Home Sport Calcio, Inter- Mourinho pedinato dalla mafia macedone

Calcio, Inter- Mourinho pedinato dalla mafia macedone

Questa notizia che ha dell’incredibile giunge direttamente dal Portogallo : secondo i mezzi di comunicazione locali il tecnico dell’Inter Mourinho sarebbe stato  nel mirino della mafia macedone. Se ne parla molto nella madre patria del tecnico interista dove sono tutti molto preoccupati per le sorti dello Special One.  Secondo la stampa portoghese oltre all’allenatore sarebbero stati pedinati anche 4 giocatori dell’Atalanta. Ma cosa volevano questi malviventi del povero Ct portoghese? Sembrerebbe che la banda fosse composta da rapinatori specializzati nei furti in villa. C’ è da dire che i malavitosi molto probabilmente avevano rapporti anche con la mafia italiana. L’allenatore interista sarebbe stato seguito e pedinato per diversi giorni; da alcune voci che trapelano sembrerebbe certa l’esistenza anche di foto e video che ritraevano il tecnico nei pressi dela sua abitazione.

La Polizia di Genova ha già messo le mani sui delinquenti : una gang di 4 persone di età compresa tra i 20 e i 46 anni.

La stampa portoghese riporta anche la notizia di misure di protezione eccezionale che sarebbero state prese nei confronti di Mou e della sua famiglia. Il tecnico molto preoccupato avrebbe anche avviato le pratiche per un cambio di domicilio. L’abitazione alla quale i rapinatori erano interessati dovrebbe essere la lussuosa villa sul lago di Como.

A giudicare dalle ultime uscite televisive però Mou non sembrerebbe molto spaventato dalle sua vicessitudini personali.  E’ molto concentrato invece a lanciare sempre qualche sassolino anche dove le acque sono calme.

Dopo la polemica con Allegri, il tecnico neroazzurro continua a lanciare frecciatine; questa volta la comunicazione  è per le squadre che si vogliono ritenere rivali della sua Inter,  infonde un pò di speranza: ” Il campionato non è chiuso ma la squadra ha lanciato un messaggio importante agli avversari: l’Inter sta bene“.

Il tecnico quindi non chiude le porte alla Roma e al Milan che sembrerebbero essere le uniche due squadre con qualche remota possibilità di rendere questo campionato diverso da quelli precedenti.

Filomena Procopio