Home Sport

Calcio, Napoli: Per il match-clou contro l’ Inter presenti 50 mila Collina al San Paolo

CONDIVIDI

Questo è troppo e con “questo” intendiamo la contestatissima ultima gara di campionato giocata al Friuli di Udine dove il Napoli del patron De Laurentiis ne è uscita con le ossa rotte. Il risultato omologato in Federazione dice 3-1 per i bianconeri friulani ma i tifosi partenopei, l’ intero assetto societario, dai piani alti agli addetti laboriosi non ci stanno ed urlano il loro malcontento.

Risale a qualche giorno fa la dichiarazione di Walter Mazzarri, idolo dei supporters azzurri da quando è approdato nel capoluogo campano con un ruolino di marcia che farebbe invidia a qualsiasi altro tecnico in circolazione, che con pacatezza ma fermezza evidenziava le ingiustizie sul campo che il suo Napoli ha dovuto incassare senza battere ciglio, a causa di sviste arbitrali e decisioni frettolose e dannose alla società; se il Napoli non fosse stato penalizzato così ferocemente dal fischietto facile dei direttori di gara avrebbe 6 punti in più in classifica e sarebbe l’ anti-Inter del momento.

A proposito della corazzata di mister Mourinho, i nerazzurri saranno di scena proprio al San Paolo nella gara valida per la prossima giornata di campionato e quale occasione migliore per i colorati, vivaci ed ironici tifosi azzurri che oltre a riempire in ogni ordine di posto e spazio lo stadio, attese più di 50 mila persone, si improvviseranno navigati attori del sarcastico teatrino napoletano, pungente ed irriverente, indossando altrettante maschere che avranno il viso di Pier Luigi Collina.

Dietro la leggerezza del gesto di denuncia che sarà anche immortalato dalle telecamere di Sky Sport e ideato dalla lungimiranza del portale Azzurrissimo.it, si cela la rabbia e lo sdegno del sodalizio campano, stufo oltre ogni limite di subìre autentiche rapine organizzate ed orchestrate dagli arbitri. Se l’ ultimo carnefice porta il nome di Damato di Barletta, disastroso in diverse circostanze nella conduzione della gara del Friuli, vedi il doppio giallo a Christian Maggio che si era procurato un rigore, giallo inesistente ad Inler, multa al direttore sportivo Riccardo Bigon e 3-4 turni di divieto ai tifosi che non potranno seguire i propri beniamini in trasferta, il Napoli conferma il triste primato di formazione con più rigori contro, ben sette e seconda in numero di espulsioni, sei dopo i blucerchiati.

Urge un cambiamento di rotta per non vanificare quanto di buono sta creando l’ undici di Mazzarri.

Gionata Cerchiara