Home Sport Calcio, Reggina: daspo per 6 tifosi

Calcio, Reggina: daspo per 6 tifosi

Dopo gli scontri di sabato durante il match della serie cadetta tra  Vicenza e Reggina, terminato con il punteggio di tre reti ad una per i biancorossi e costato la panchina al tecnico reggino Ivano Iaconi.
Il questore di Reggio Calabria, Carmelo Casabona, ha disposto il daspo per cinque anni (divieto di accesso negli stadi e negli impianti sportivi) nei confronti di sei ultras arrestati in seguito a gravi episodi di violenza.
Per gli stessi è stato anche convalidato l’arresto da parte dell’autorità giudiziaria, con applicazione di provvedimenti cautelari.
Protagoniste della zuffa, due fazioni del tifo calabrese, i “Boys” e gli “Ultras Gebbione“.
Per gli incidenti avvenuti nello stadio la polizia ha denunciato in stato di libertà uno dei tifosi coinvolti nella rissa, Mario Babuscia, di 23 anni.

Continuano, nel frattempo, le attività investigative mediante la visione delle immagini registrate dall’impianto di videosorveglianza a circuito chiuso dello stadio Romeo Menti, dove poco prima dell’inizio della partita tra la squadra veneta e la Reggina, nel settore riservato ai tifosi ospiti, gli ultras reggini hanno dato vita ad un tafferuglio tra di loro, con bastoni e mazze, sedato solo dall’intervento delle forze dell’ordine in servizio allo stadio.

Proprio a Vicenza erano iniziate le prime mischie tra i due club ultras della Reggina, causate molto probabilmente per il posizionamento degli striscioni, e poi proseguite il giorno successivo in una piazza del capoluogo calabrese.

La Digos tenterà, ora, di identificare gli altri ultras responsabili dei gravi episodi di domenica sera e ricostruire le dinamiche che hanno dato origine al malessere che regna all’interno della tifoseria amaranto.

Stesso problema anche per alcuni tifosi giallorossi, in seguito alla trasferta di Firenze.
Molti ultrà romanisti, infatti, hanno devastato 9 bus-navetta causando danni per 20.000 euro.
Per loro previsto un daspo tra i 3 e i 5 anni.

Paolo Piccinini