Home Sport Calcio: scommesse anomale su Gallipoli-Grosseto, aperta un’inchiesta

Calcio: scommesse anomale su Gallipoli-Grosseto, aperta un’inchiesta

Il momento dell'espulsione di Grandoni durante Gallipoli-Grosseto di ieri sera

La procura federale ha deciso di aprire un fascicolo sulla partita disputata ieri sera tra Gallipoli e Grosseto e terminata col risultato di 2-2. La decisione è stata presa in seguito ad un flusso di scommesse anomale, come segnalato dai Monopoli di Stato. Sono dunque scattate le verifiche degli organismi di controllo e la segnalazione agli organi competenti della Figc e della Lega Calcio.

Il flusso di gioco sospetto, secondo informazioni raccolte da Agipronews, si è concentrato sulle tipologie di scommesse “risultato esatto” e “risultato finale”. Secondo i “risk manager” dei bookmaker italiani, le giocate sul 2-2 “sono andate ben oltre un normale flusso, anche se il giro di danaro non è stato tale da costringerci a chiudere le scommesse sulla partita”.

I principali marchi del betting italiano hanno scelto strategie diverse per difendersi dalle puntate anomale: alcuni hanno abbassato la quota sul 2-2 finale (scesa dal 10 contro 1 al 6 contro 1), altri hanno limitato le puntate massime a pochi euro, altri ancora – evidentemente più esposti – hanno sospeso tutte le scommesse sui risultati esatti.

“Le giocate sulla partita – conferma ad Agipronews il responsabile del trading di un notissimo bookmaker italiano – sono state certamente anomale e per questo sarebbe il caso che Aams sospendesse la refertazione del risultato o che, almeno, rinviasse ogni decisione al momento in cui gli organi calcistici competenti stabiliranno cosa davvero è successo in Gallipoli-Grosseto. Si tratta di un caso sporadico, ma assai preoccupante perché avvenuto a metà stagione”.

L’indicazione dell’European Sports Security Association (Essa), organismo che si occupa di monitorare e segnalare le partite con sospetti di gioco anomalo a cui aderiscono i principali operatori di gioco online internazionali, è quella di bloccare i pagamenti delle scommesse vincenti su Gallipoli-Grosseto fino a quando non sarà fatta chiarezza.

Pier Francesco Caracciolo