Home Sport

Calcio, Serie B – Nel posticipo Gallipoli-Grosseto 2-2. Giannini si dimette

CONDIVIDI

Finisce in parità il posticipo del “Via del Mare” tra Gallipoli e Grosseto, in una gara ricca d’emozioni che ha visto i toscani rimontare ben 2 gol di svantaggio. Queste le formazioni scese in campo:

GALLIPOLI (3-5-2): Koprivec; Abbate, Grandoni, Franchini; Sosa, Mancini, Pederzoli, Lazzari, Scaglia; Di Carmine, Volpato. All. Giannini

GROSSETO (4-4-1-1): Acerbis; Turati, Melucci, Freddi, Mora; Vitofrancesco, Asante, Carobbio, Job; Esposito, Pinilla. All. Gustinetti

La gara inizia con un’insolita  protesta dei giocatori salentini che, al calcio d’inizio, rimangono fermi rivolti verso la tribuna centrale per circa 30 secondi con la squadra ospite che non si è spinta in avanti limitandosi ad un palleggio di riscaldamento nella propria metà campo. Altro episodio “curioso”al momento della seconda marcatura di Scaglia che nell’esultanza si è alzato la maglia mostrando la scritta “Capisci”. Sembra che questo gesto abbia avuto origine dalla scelta da parte dell’allenatore Giannini di mettere fuori rosa due giocatori.

Tuttavia superati i primi incomprensibili secondi i Gallipolini partono forte e dopi 11′ sono già in vantaggio grazie a Volpato. Giallorossi padroni del campo che tentano di pervenire al raddoppio con buone conclusioni indirizzate verso la porta toscana, ed il raddoppio arriva puntuale al 28′ con Scaglia.

Sembra fatta per i padroni di casa ma poco prima della fine del primo tempo il Grosseto rientra in gara grazie all’espulsione del pugliese Franchini prima ed al gol di Pinilla su calcio di rigore poi (48′ pt).

Quella di Franchini tuttavia non è l’unica espulsione sul finire della prima frazione, viene allontanato dal campo infatti anche Giuseppe Giannini che va a sedersi in tribuna dove sembra abbia avuto un violento litigio con il presidente del club jonico Daniele D’Odorico, dissapori nati per motivi economici che si sono fatti ancora più aspri a 5′ dal termine della partita quando per placare le ire del massimo dirigente gallipolino sono dovute intervenire le forze dell’ordine accompagnandolo fuori dallo stadio. Tutto ciò è ovviamente culminato con le dimissioni ufficiali del tecnico salentino.

Tornando al match, nella ripresa forte dell’uomo in più sono ovviamente i maremmani a fare la gara ed al 53′ Mauro Esposito, neoacquisto prelevato dalla Roma, sigla il pareggio biancorosso al termine di un duetto con l’ottimo Pinilla. I secondi 45′ sono un monologo grossetano, le occasioni si sprecano e viene  anche annullato un gol a Pinilla.

Tuttavia il risultato non cambia nonostante il Gallipoli nel finale rimanga addirittura in 9 dopo l’espulsione, per doppia ammonizione, di Grandoni. Il posticipo termina 2-2 ma la notizia più importante arriva dalla panchina gallipolina dove per il momento regna la confusione assoluta. Nelle prossime ore ci sarà da accertare se le dimissioni di Giannini saranno irrevocabili e soprattutto quali sono le motivazioni che hanno spinto l’ex capitano della Roma a compiere questo gesto.

Simone Meloni

Comments are closed.