Home Cultura Enrico Ruggeri: a Sanremo porto un electro rock dedicato alle donne

Enrico Ruggeri: a Sanremo porto un electro rock dedicato alle donne

 

 

Enrico Ruggeri

Un’instancabile Enrico Ruggeri anche quest’anno salirà sul palco di Sanremo, dopo aver vinto già due volte il Festival nel 1987 con Tozzi e Morandi con “Si può dare di più” e nel 1993 con la storica “Mistero”.

Stavolta si presenta sul palco con una voce tutta “inedita”: un brano electro rock dedicato alle donne intitolato “La notte delle fate” proposto con la stessa carica di sempre.

La canzone, che sul palco dell’Ariston verrà accompagnata da un’orchestra diretta dalla sua fedelissima compagna, la bravissima Andrea Mirò, che molto spesso lo accompagna nelle sue esibizioni e che lui ritiene ovviamente “il direttore d’orchestra più bravo che conosca”.

“La notte delle fate” è un pezzo particolare, diverso dai precedenti brani portati al Festival da Ruggeri, sia nell’arrangiamento che nell’armonia. Tratta di un tema, quello delle donne, quanto mai vicino e come sempre attuale.

La canzone si trova all’interno del disco “La Ruota”, il ventinovesimo disco dell’autore, composto di dodici canzoni che trattano temi interessanti su cui riflettere in pieno stile cantautorale e giri di chitarre rock, ma con una voce con un basso livello acustico in modo da esaltare i suoni e alleggerire i pezzi. Così vi si ascolta di guerra nella canzone “Il mio onore”, di amore alla Ruggeri maniera in “Vorrei”, di morte e di legge del rock in “Io conosco il rock’ n’ roll”.

Come ospiti che lo accompagneranno sul palco dell’Ariston, Ruggeri ha scelto i Decibel, storico gruppo progressive decadente/ punk, insieme a cui il cantante ha portato in Italia per la prima volta generi completamente innovativi per gli allora anni ’70, nonché band con cui varcò per la prima volta il palco del Festival con il brano “Contessa”. «Non ci siamo visti per vent’anni. Ora uno di loro fa il viceprimario, l’altro ha una ditta» ha detto lo stesso Ruggeri.

Vedremo quindi come il Ruggeri cantante, cantautore, paroliere, conduttore, ci sorprenderà stavolta.

Martina Guastella