Home Cultura

Ferruccio Soleri, 50 anni da Arlecchino

CONDIVIDI

Ferruccio Soleri nei panni di "Arlecchino"

Ferruccio Soleri, l’ Arlecchino più famoso al mondo, ha raggiunto molti traguardi nella sua decennale carriera: il Leone d’oro alla carriera, la Maschera d’oro, e l’Ambrogino d’oro, tuttavia il suo ultimo è di sicuro il più esclusivo ed originale.

Il celebre attore teatrale, originario di Firenze, infatti, è entrato nel Guinness dei primati, come l’attore che da più tempo interpreta lo stesso ruolo.

Ferruccio Soleri, 80 primavere alle spalle, è da infatti 50 anni che interpreta, con la verve di un ragazzo esordiente, la celebre maschera goldoniana.

La prima volta che l’attore toscano vestì i panni di Arlecchino fu infatti a New York nel lontano 1960, quando fu chiamato in fretta e furia a sostituire Marcello Moretti.

A contendere il primato a Soleri vi era un altro attore già in carica, James O’Neill che, per oltre seimila volte tuttavia  in soli otto anni, recitò il conte di Montecristo.

Ferruccio Soleri, da domani sarà nuovamente in scena al Piccolo Teatro di Milano dove il primo spettacolo fu rappresentato nel 1947. L’attore, con quella di domani,  raggiungerà la 2065 replica ma in ben cinquant’anni di Arlecchino, cosa, come detto, mai accaduta nel mondo.
L’attor teatrale, nonché regista di opere liriche è stato ovviamente interpete di molti altri spettacoli, tuttavia non ha mai tradito  la maschera che Strehler ideò ispirandosi alla famosissima commedia goldoniana.

La maschera del servo furbo e scaltro è stata personalizzata da Soleri che negli anni ha sviluppato uno stile vivace, acrobatico ed estremamente ironico, stabilendo i canoni per qualsiasi rappresentazione dell’Arlecchino al livello mondiale.

Quel che meraviglia maggiormente, oltre all’importanza del record, è come Ferruccio Soleri, pur avendo compiuto 80 anni lo scorso 6 novembre, mantenga sempre la solita verve e vivacità gestuale del “suo” Arlecchino, grazie anche ad un allenamento costante e ad una dieta ferrea.

Federico Lusi