Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca Perizia medica della Procura: Berlusconi realmente colpito ma prognosi più breve

Perizia medica della Procura: Berlusconi realmente colpito ma prognosi più breve

Nella foto il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi

Finalmente disponibile la perizia stilata da due consulenti nominati dalla procura di Milano per verificare la vera entità del danno subito da Silvio Berlusconi in seguito all’aggressione subita il 13 dicembre scorso. Massimo Tartaglia colpì il Presidente del Consiglio con una miniatura del duomo di Milano, peraltro proprio in prossimità di piazza del Duomo.

Una relazione di sette pagine dove è stata rettificata la prognosi del Cavaliere. L’ospedale san Raffaele stabilì un tempo di 90 giorni per la guarigione; i periti, dopo le dovute verifiche, hanno stimato una prognosi tra i venti e i quaranta giorni, non di più.

Federico Biglioli, primario maxillo-facciale all’ospedale universitario San Paolo di Milano e Carlo Goy, professore dell’Istituto di Medicina legale dell’Università di Milano avevano visitato il Cavaliere il 25 gennaio. Si tratterebbe secondo quanto da loro eleborato di lesioni semplici; “sentenza” importante in quanto, nei casi di prognosi superiori ai quaranta giorni, il Codice penale definische tali lesioni gravi.
«taglio al labbro di un centimetro e mezzo, la rottura di tre denti (uno per contraccolpo) e la frattura alla mascella della spina nasale anteriore», questi i danni rimediati dal premier nell’aggressione. In aggiunta una «ipostesia (deficit di flessibilità) al nervo infraorbitario».

Le tesi di chi sosteneva fosse tutto una montatura vengono quindi smontate. Ciò che viene in qualche modo “corretto” è la gravità dei danni, fortemente ridimensionati dalla relazione dei consulenti.

Paiono ora pronti tutti i dati necessari alla formulazione del capo di imputazione a carico di Tartaglia, anche se saranno da verificare le sue capacità di stare in giudizio a causa dei problemi psichiatrici.

Valeria Panzeri

Comments are closed.