Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica

Abruzzo, Accordo Bei-Regione: 200 milioni di euro alle pmi

CONDIVIDI
Il governatore dell'Abbruzzo, Gianni Chiodi con Silvio Berlusconi

Duecento milioni di euro: è questa la cifra prevista da un accordo siglato oggi a Palazzo Chigi – alla presenza del pemier Silvio Berlusconi – dalla Bei (Banca europea per gli investimenti) e dalla Regione Abbruzzo. L’iniziativa vuole “tendere la mano” alle piccole e medie imprese locali che hanno subito inevitabili “dissestamenti” di bilancio in seguito alla tragedia del terremoto dello scorso aprile. Il finanziamento verrà erogato alle imprese con meno di 250 dipendenti (fatta eccezione per quelle che fabbricano armi e munizioni) attraveso la mediazione di istituti bancari selezionati.

L’intesa è stata siglata da Dario Scannapieco, vicepresidente della Bei, e da Giovanni Chiodi, governatore dell’Abbruzzo. Il protocollo prevede anche un altro accordo teso alla riqualificazione delle aree urbane attraverso la costituzione di un Fondo di sviluppo da 30 milioni di euro. Questi soldi verranno destinati ai 4 capoluoghi di provincia abbruzzesi al fine di agevolare e velocizzare il processo di riscostruzione e di rilancio economico già avviato.

“E’ un accordo fondamentale – ha commentato il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi – per la Regione Abruzzo, per l’Aquila e per le province dove abbiamo pensato alla ricostruzione delle case e oggi 40 mila persone hanno un tetto sicuro in abitazioni confortevoli e antisismiche. Il governo ha mantenuto ampiamente le promesse ma ora è arrivato il momento di far ripartire l’economia della regione e in questa direzione va l’accordo”.

Per me che sono nato tanti anni fa – ha poi aggiunto il premier, concedendosi una “battuta” dal sapore nostalgico – si tratta di un accordo da 400 miliardi di lire, ma vedo che lo fanno anche i francesi che ragionano con i franchi”.

Grande soddisfazione è stata espressa anche dal presidente della Regione Abbruzzo. ”Quest’accordo – ha detto Chiodi – consente agli artigiani e alle piccole e medie imprese di poter accedere a dei prestiti con dei tassi di interesse contenuti. Questa firma rappresenta un tassello molto importante per il rilancio dell’economia della Regione”.

Maria Saporito