Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Ambasciatore arabo annulla il suo matrimonio con una donna barbuta

CONDIVIDI

“Donna barbuta sempre piaciuta”, recitava un vecchio detto popolare. Ma la saggezza popolare non sempre ci azzecca. È il caso di un ‘ambasciatore arabo che ha annullato il suo matrimonio dopo aver scoperto che la sposa, che indossava il cosiddetto niqab o velo integrale, aveva barba ed era strabica. A rivelare questa curiosa storia è il quotidiano degli Emirati Arabi, Gulf News.

L’ambasciatore doveva contrarre matrimonio con una cittadina di un paese del Golfo, che aveva visto solo in alcune foto inviatogli dalla famiglia della futura consorte. Immagini che non ritraevano la sposa, ma la sorella, una fanciulla bella e senza difetti fisici. Un’esca perfetta per adescare un marito benestante. Durante le rare visite dell’uomo, la futura sposa portava sempre il niqab per impedire che scroprisse l’inganno.

Una volta firmato il contratto matrimoniale, all’ora di dover dare il fatidico “bacio” alla sposa, l’ambasciatore ha scoperto che la donna aveva una folta barba ed era strabica. Comprensibilmente infuriato per essere stato raggirato, il marito ha presentato una denuncia al tribunale contro i  suoceri, chiedendo, inoltre, un rapido divorzio. Il tribunale, secondo quanto rivela sempre il quotidiano arabo, ha concesso l’annullamento del matrimonio all’uomo.

L’ambasciatore, di cui non si conosce nè il nome nè la nazionalità, è così tornato libero di cercarsi una nuova sposa. La prossima volta, c’è da giurarsi, vorrà vederla bene in volto, prima di compromettersi per tutta la vita.

Casi come questo, che sembrano impossibili nel mondo occidentale, non sono tanto inusuali nei paesi monarchici del Golfo, dove le donne sono costrette ad indossare un velo che copre loro il volto o addirittura tutto il corpo.

Annastella Palasciano