Home Spettacolo “Amici” resoconto puntata (10-02-2010 prima parte). La novità della prossima sfida!

“Amici” resoconto puntata (10-02-2010 prima parte). La novità della prossima sfida!

 

I ragazzi vengono informati delle novità per la nuova puntata. La sfida di domenica prossima riserva infatti piccoli cambi di regolamento e i ragazzi decidono su quali nomi concentrare io voti.

La produzione avverte i ragazzi delle modalità con le quali di svolgerà il quinto appuntamento speciale di Amici, in onda domenica 14 febbraio. Riassumendo il comunicato in punti, ecco gli elementi che rimarranno invariati rispetto all’ultima puntata:

– Ci saranno sempre due sfide e i due ‘eliminati’ si scontreranno in un duello finale giudicato dalla commissione che salverà in base al talento dei ragazzi;

– La classifica di gradimento salverà di nuovo i primi tre;

Mentre di diverso ci sarà che:

– I ragazzi della squadra risultata vincitrice dalla prima sfida dovranno nominare due ragazzi della squadra avversaria e saranno gli sconfitti a decidere chi fra i due nominati si salverà e chi andrà a sfidarsi con il concorrente nominato dopo la seconda sfida.

I ragazzi della squadra Blu commentano la nuova comunicazione della produzione. I ragazzi sono ormai più tranquilli rispetto alla scorsa puntata. Alla fine sarà la commissione a decidere, quindi i talenti saranno preservati. A Rodrigo che crede che i vincitori insisteranno sul suo nome e quello di Loredana risponde infatti Enrico: questa volta ritiene che gli avversari faranno il suo nome. E la motivazione che adduce è convincente.

Secondo il cantante la paura di trovarsi in sfida con uno dei nomi forti, indurrà i Bianchi a scegliere di nominare un avversario debole. Allo stesso modo i Blu nomineranno Grazia e Michele in quanto non particolarmente amati della commissione.

Al cantante, che addirittura è convinto che a fargli compagnia sarà la sua fidanzata, si frappongono però Matteo (che ricomincia a mettere in dubbio il suo primo posto) e la stessa Elena, sicura che il fidanzato non verrà mai nominato prima di lei.