Home Spettacolo

“Amici” resoconto puntata (10-02-2010 seconda parte). Piccoli strateghi crescono

CONDIVIDI

 

I ragazzi fanno congetture sui nomi da fare in caso di vittoria: i più bassi in classifica? I meno amati dalla commissione? I più scarsi tecnicamente? O puntare ancora sui cavalli di razza? Tra le tante ipotesi messe in campo dai ragazzi solo una, pare essere stata messa da parte: gli Amici non sono più intoccabili.

Il ragionamento di Enrico sulle strategie dei Bianchi sembra filare e lui lo ripete in giardino ad Elena. La ragazza però tranquillizza il fidanzato: nel caso che i Bianchi facessero i loro due nomi, lei, in quanto ben voluta dalla commissione, chiederebbe alla squadra di non salvarla dalla sfida con l’eliminato della seconda manches.

Ma ecco che il cantante toscano non ci sta. Non vuole Elena in sfida: “Lei deve rimanere. Lo merita più di me, se lei perdesse una sfida alzerei la mano chiedendo di uscire io”.

Dai discorsi dei ragazzi pare comunque che nelle strategie di gioco qualcosa cambierà. Se non nei Blu che, a detta loro, continueranno nel ragionamento della scorsa settimana (in caso di vittoria nomineranno Grazia e Michele, ritenuti i meno talentuosi), almeno nei Bianchi che cambiano rotta drasticamente.

Dopo aver puntato, domenica scorsa, sui concorrenti più forti nel tentativo di eliminarli, i ragazzi dalla casacca bianca discutono sulle nominations da fare nella prossima puntata. Pare proprio che l’ago della bilancia sarà dato dai nomi fatti da Michele e Grazia: loro rischiano di più e hanno diritto di scegliere con chi sfidarsi. Emma, del resto, vuole nominare di nuovo Loredana perchè teme di passare per la non coerente della situazione.

Pare chiaro che i nomi che verranno fuori domenica saranno influenzati dalle ipotesi sulla classifica di gradimento e dalla simpatia che i ragazzi godono presso la commissione a scapito dei rapporti d’amicizia.