Home Anticipazioni

Calcio, Juventus: Domani amichevole con la Beretti. Torna Iaquinta

CONDIVIDI

Porte aperte allo Juventus Center di Vinovo. Alberto Zaccheroni, dopo il pareggio di sabato sera contro il Livorno, ha deciso di riaprire gli allenamenti alla stampa. Questa mattina la squadra si è divisa tra palestra, campo e pallone. Qust’ultimo inteso non tanto come sfera da gioco, bensì come tensostruttura sotto la quale si sono allenati i giocatori bianconeri per evitare il freddo pungente che li aspettava all’esterno. Il primo ad uscire sul campo è stato Vincenzo Iaquinta che s’è rivisto tre mesi e mezzo dopo l’operazione al menisco esterno del ginocchio sinistro. L’attaccante, che s’era già allenato nella mattinata di ieri in solitaria prima che i suoi compagni scendessero in campo nel primo pomeriggio, ha effettuato una mezzoretta insieme al preparatore atletico Claudio Gaudino tra esercizi specifici di potenziamento. Il recupero è ancora lontano, ma per lo meno il bomber rivede la luce dopo un mese e mezzo di complicazioni e problemi al legamento dello stesso ginocchio che lo hanno costretto a restare lontano dalle sfide. Sul terreno centrale  di Vinovo, dopo 40 minuti di palestra, si sono visti Chimenti, Manninger, Felipe Melo, Caceres, Amauri, Chiellini, Grygera, De Ceglie, Salihamidzic, Giovinco, Grosso, Paolucci, Candreva e Zebina che hanno lavorato per 10 minuti di parte atletica tra scatti e birilli. Diego, invece, ha svolto lavoro differenziato, saltando le attività con il resto della squadra e dedicandosi ad un lavoro specifico per recuperare dalle fatiche di Livorno. Il tutto sotto gli occhi attenti del vice-direttore generale Roberto Bettega. Gli altri componenti della rosa sono rimasti nella sala degli esercizi tra cui Momo Sissoko, rientrato nella serata di ieri dal viaggio a Lione per un consulto con il professore che lo ha operato l’anno scorso al periostio del piede destro, fratturato durante il derby della Mole in uno scontro di gioco. Oggetto dell’incontro le modifiche al plantare che gli permette di giocare senza ulteriori infiammazioni. Gianluigi Buffon è rimasto a casa, convelescente, vittima ancora dell’attacco influenzale che l’ha colpito nei giorni scorsi. Il portiere sta decisamente meglio, ma oggi osserverà ancora un giorno di riposo per poi tornare a disposizione di Zaccheroni nella giornata di domani. Il tecnico romagnolo, per la gara contro il Genoa di Gasperini di domenica pomeriggio, recupererà sicuramente Salihamidzic, reduce da un lieve infortunio muscolare, mentre per Marchisio e Camoranesi bisognerà aspettare i prossimi giorni. Difficile, però, vederli nell’elenco dei convocati contro il Grifone. Qualche possibilità per il giovane centrocampista italiano c’è, mentre l’oriundo, al 99%, sarà pronto per la sfida di Amsterdam della prossima settimana contro l’Ajax (18 febbraio, ore 19.00). Per quanto riguarda Trezeguet potrebbe farsi trovare pronto già per una panchina in terra olandese. Per Poulsen, invece, bisognerà ancora attendere almeno un paio di settimane. Il centrocampista ha cominciato a corricchiare in questi giorni e il suo recupero dalla frattura composta del perone della gamba sinistra sta rispettando i tempi medici. Intanto arrivano brutte notizie dal torneo di Viareggio. Ciro Immobile, nonostante la tripletta che ieri ha permesso alla formazione Primavera di eliminare il Cesena e accedere ai quarti di finale della competizione, ha un problema all’inguine e potrebbe tornare a Torino per infilarsi direttamente in infermeria. Oggi pomeriggio (ore 15.00) Zaccheroni dirigerà la seconda seduta atletica e domani mattina, dopo 30 minuti di parte tattica a porte chiuse, i suoi ragazzi giocheranno un’amichevole contro la formazione Beretta allenata da Maurizio Schincaglia.

Andrea Bonino