Home Sport

Calcio, Serie A recupero: l’Inter fermata al Tardini

CONDIVIDI

Il Parma rallenta la folle corsa dei campioni d’Italia in testa alla classifica. Al Tardini, sotto la neve, finisce 1-1: entrambi i gol arrivano nella ripresa, siglati da Bojinov e Balotelli.
Dopo un ottimo primo tempo, in cui produce molto, l’Inter si spegne nella ripresa e va sotto, rimedia poi Super Mario appena mandato in campo da Josè Mourinho. Zanetti e compagni non ne approfittano della superiorità numerica nell’ultimo quarto d’ora (espulso Valiani per doppia ammonizione). I nerazzurri raccolgono un punto e salgono a quota 53, a +9 sulla Roma e +11 sul Milan, che ha sempre da recuperare una partita. Muovono finalmente la classifica gli emiliani, fino ad oggi a secco di punti dall’inizio del girone di ritorno.

Le formazioni – Guidolin si affida al 3-5-2: in avanti gioca Biabiany al fianco di Bojinov, l’ex Jimenez è nel centrocampo a cinque. Confermato il tridente per Mourinho (Pandev-Milito-Eto’o), che però lascia Balotelli in panchina non confermando così le indiscrezioni della vigilia. Niente esordio dal primo minuto contro la sua ex squadra per Mariga (gioca Thiago Motta). Due sorprese in difesa: vengono fatti rifiatare Samuel e Santon, giocano al loro posto Materazzi e Cordoba, con il colombiano schierato nell’inusuale ruolo di terzino sinistro.

Primo tempo – L’Inter parte subito forte: Pandev già al 2° minuto impegna Mirante con una botta da fuori. La gara si mantiene piacevole, sono i nerazzurri a tenere il pallone del gioco con un Pandev molto attivo, mentre sull’altro fronte è Biabiany a tenere in apprensione la difesa avversaria. Al 20′ occasione per il vantaggio nerazzurro: cross di Cambiasso dalla destra per la testa di Thiago Motta, para in due tempi Mirante. Al 33′ il portiere parmense è bravo su un tiro di Milito da distanza ravvicinata, l’argentino imbeccato benissimo nell’occasione da Thiago Motta. Due minuti dopo, violenta punizione calciata da Lucio, ma è centrale e Mirante blocca. L’Inter continua a fare la partita, ma il Parma è ordinato e chiude bene tutti gli spazi: sul finire di tempo Pandev ci prova ancora, ma Mirante è sicuro anche stavolta.

Secondo tempo – Nella ripresa è il Parma a partire bene e a farsi vedere dalle parti di Julio Cesar che effettua la prima parata del match al 1° minuto della seconda frazione su Valiani. All 8′ Lucio è bravissimo a chiudere di testa su Bojinov ben piazzato in area e pronto a colpire: è corner. Sugli sviluppi dell’angolo, Julio Cesar respinge un tiro, ma sul pallone si avventa come un falco proprio Bojinov che porta in vantaggio, quasi a sorpresa, i padroni di casa. La mossa di Mourinho non si fa attendere: al 12′ entrano Balotelli e Santon al posto di Thiago Motta e Cordoba, l’Inter passa a quattro punte. Un minuto dopo, Super Mario pareggia subito i conti: corner dalla destra, la palla carambola su Lucio e arriva sui piedi del giovane attaccante di colore che non ci pensa due volte e mette dentro all’angolino con un preciso rasoterra. L’Inter, sbilanciata, concede spazi, ne approfitta soprattutto il rapido Biabiany che impegna severamente al 20′ Julio Cesar. Intanto, Valiani si becca la prima ammonizione. Mou se ne accorge che la sua squadra soffre e manda in campo l’ex Mariga al posto di uno spento Eto’o. Cambio anche per Guidolin, che manda in campo Paloschi al posto di Bojinov. Al 26′, è proprio Mariga a sfiorare il gol con un tiro al volo, ma Mirante è ancora una volta bravo ed attento. Un minuto dopo, la gara si mette in discesa per l’Inter: Valiani commette un brutto fallo su Lucio e va anzitempo sotto la doccia. La superiorità numerica è però presto vanificata dall’infortunio occorso a Materazzi, un problema alla coscia per il difensore campione del mondo che però stringe i denti e gioca con una fascia per mantenere fermo il muscolo. Matrix, viste le condizioni fisiche, va a fare il centravanti, mentre Cambiasso va a fare il difensore centrale. L’Inter continua a spingere, soprattutto con un Balotelli apparso molto attivo. Le ultime occasioni arrivano nei minuti finali di recupero: prima è Maicon a calciare in malo modo da buona posizione in area di rigore, poi Jimenez si libera bene al tiro al limite dell’area, ma calibra male, infine è uno stoico Materazzi a sfiorare il colpaccio proprio all’ultimo secondo. Ma finisce con il risultato più giusto.

Il tabellino:

PARMA-INTER 1-1 (primo tempo 0-0)

MARCATORI: Bojinov (P) al 9′, Balotelli (I) al 14′ s.t.

PARMA (3-5-2): Mirante; Dellafiore, Zaccardo, Lucarelli; Valiani, Morrone, Galloppa (31′ s.t. Antonelli), Jimenez, Castellini; Bojinov (23′ s.t. Paloschi), Biabiany. (Pavarini, Lunardini, Lanzafame, Zenoni, Galassi). All. Guidolin.

INTER (4-3-1-2): Julio Cesar; Maicon, Lucio, Materazzi, Cordoba (13′ s.t. Santon); Zanetti, Cambiasso, Thiago Motta (12′ s.t. Balotelli); Pandev; Milito, Etò’o (23′ s.t. Mariga). (Toldo, Quaresma, Krhin, Samuel). All. Mourinho.

ARBITRO: Bergonzi.

NOTE: serata fredda, terreno in buone condizioni. Spettatori 20.000 circa. Espulso al 27′ s.t. Valiani per doppia ammonizione. Ammoniti Pandev, Morrone, Valiani, Cambiasso. Recupero: 0′ p.t.; 4′ s.t..

Miro Santoro