Home Sport

Formula Uno: presentata la nuova Red Bull

CONDIVIDI

Presentata a  Jerez della Frontera da Adrian Newey,  la nuova monoposto firmata Red Bull: RB6.
La macchina più attesa dell’anno e capace nella passata stagione di dominare gli ultimi tre Gp del mondiale (6 vittorie complessive), chiudendo al secondo posto sia la classifica piloti con Vettel, sia quella costruttori.
La monoposto, secondo le parole del progettista britannico, si è dovuta adattare al nuovo regolamento ed è ovviamente più lunga. “Sembra una limousine”. Questo lo scherzoso commento del pilota Mark Webber, che ha avuto l’onore di debuttare con la vettura con una settimana di ritardo rispetto ai suoi colleghi Merceds, Ferrari e McLaren.
Valencia non è una pista tecnicamente probante, per cui non credo che abbiamo perso molto rispetto a loro. I grandi segreti, come spesso succede, sono nascosti sottopelle”.
Ricerca della stabilità e continuità nei risultati sono i tasti premuti maggiormente sia da Newey, che dal responsabile della scuderia Christian Horner, che ha detto: “Abbiamo chiuso il campionato con una doppietta, non c’era ragione di ripartire da zero. Questa macchina è chiaramente solo una evoluzione”.
Concludendo poi con una battuta al vetriolo: “ Perché cambiare quando gli altri ti copiano?”.
Unico problema il tentativo di cambio di motore con il passaggio dal Renault al Merceds, concluso poi con il ritorno al propulsore francese, che ha fatto registrare qualche ritardo nella programmazione.
Per capire però se questa F1 sarà un missile come quella dello scorso anno bisognerà aspettare l’inizio del campionato dato che i primi test stagionali possono dare pochi elementi per via delle troppe variabili di benzina.
In ogni caso la scuderia di Dieter Mateschitz, farà scendere in pista, nella quattro giorni di test spagnoli, tutti e due i suoi piloti, Webber e Vettel. Con il tedesco Vettel sembrato ormai conscio della sua bravura e pronto a puntare diritto verso il mondiale: “ Nel 2009 abbiamo fatto un passo in avanti incredibile, dimostrando che anche un team cliente può lottare per il campionato. Quest’anno l’obiettivo è quello di vincere il titolo”.

 

Paolo Piccinini