Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo New York, in arrivo la tempesta di neve

New York, in arrivo la tempesta di neve

La tempesta è arrivata. D’altronde frutto della stagione invernale in corso, più che di soliti oracoli catastrofici. La tempesta in questione è l’eccezionale tempesta di neve che in queste ore sta colpendo la città di New York. Le previsioni del servizio meteorologico nazionale, il National Weather Service, lo avevano annunciato e a quanto pare hanno fatto davvero centro.

Così la perturbazione che nello scorso fine settimana ha bloccato parte della costa atlantica paralizzando la città di Washington, ora sta sorvolando la Grande Mela creando il rischio che i newyorkesi potrebbero ritrovarsi coperti da una coltre di oltre mezzo metro di neve.

Immediate sono scattate, nella Big Apple, le misure di sicurezza adatte a fronteggiare la crisi, almeno tale si prospetta. Infatti il sindaco di New York, Michael Bloomberg, ha disposto la chiusura di tutte le 1.500 scuole pubbliche della città. Ma Bloomberg ha soprattutto sollecitato ad evitare l’uso delle auto che potrebbero peggiorare la viabilità già affaticata da neve e ghiaccio, esortando i propri concittadini a prepararsi al peggio, cercando di accumulare nelle proprie abitazioni scorte di acqua, cibo e di tutto ciò che potrebbe risultare utile ed indispensabile nel caso in cui l’elettricità dovesse mancare o nel caso in cui non si potesse uscire di casa.

Il timore della tempesta di neve si è riversato anche sugli aeroporti e compagnie aeree. Gli aeroporti stanno già subendo notevoli disagi e molte compagnie aeree hanno annunciato la cancellazione di voli, mentre altre attendono di conoscere l’evoluzione della situazione meteo in quanto, neve a parte, la perturbazione nelle prossime ore lascia prevedere forti e freddi venti con temperature che non andranno oltre gli zero gradi.

Le condizioni meteo così nefaste, inoltre, potrebbero non risparmiare altre importanti e strategiche località come Baltimora, Philadelphia, Chicago e altre città del Mid-Atlantic. Insomma l’intero versante est degli USA in queste ore batte i denti per il gran freddo.

Michele De Chirico