Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica

Polverini, Casini e Alemanno: tris di assi?

CONDIVIDI

                                                                                                      Appuntamento a tre per pianficare la campagna elettorale: Renata Polverini, il sindaco Alemanno, Pierferdinando Casini. Ma l’incontro è ufficiosamente anche per altri chiarimenti :il messaggio lanciato da  Casini alla candidata del Pdl è stato: «Il suo essere trasversale – aveva detto l’ex presidente della Camera – non si deve disperdere nei partiti o nelle correnti di partito. E Renata deve segnare anche una discontinuità rispetto all’amministrazione comunale».  Diverso però è quello che riferisce  lei sull ‘incontro:«Non è stato— ha spiegato la Polverini — un vertice, ma un’occasione per pianificare alcune iniziative».

L’Udc è pronto a  deliberare sul quoziente familiare e sulle case, proponendo l’eliminazione del diritto di prelazione a chi occupa, previsto adesso da una delibera. La leader Ugl, dovrà tenere insieme una coalizione divenuta piuttosto eterogenea: Pdl , Udc, l’Udeur di Mastella, il mondo  liberale di Vittorio Sgarbi e del gruppo dell’Opinione di Arturo Diaconale, la «Destra» di Storace, l’Mpi della Santanché.  Tenere insieme  i pezzi sembra un’ impresa ardua soprattutto perché il momento è delicato: L’Unione di centro sta definendo i suoi uomini e nel listino, Gigli, e probabilmente la presenza di Roberto Carlino, l’ immobiliarista, famoso per lo slogan-promessa «non vendo sogni, ma solide realtà».

Ad aggiungersi i commenti della Bonino «500 mila euro per la Polverini? Mi sembrano pochi, vedo in giro tanti suoi manifesti… I nostri due milioni, invece, sono la stima di Riccardo Milana, non dei radicali».
Replica Renata Polverini: «Sono spese iniziali, che aumenteranno». Alemanno è tornato su un tema sollevato dalla Bonino: «La regione è stata asservita al Comune quando c’era Veltroni».

Intanto ad una manifestazione  fermano la Polverini «È vero che la chiamavano Frangetta nera?». E lei sorridendo si rivolge allo schermo: «Bellina questa». Ottimo temperamento. Forse non è tutta politica e ufficio stampa.

Ilaria Salzano

Comments are closed.