“Amici” resoconto puntata (11-02-2010 prima parte). Prime prove con Jurman

CONDIVIDI

 

Nella puntata di ieri abbiamo visto lo sfogo di Enrico. Il cantante stufo delle liti tra Grazia Di Michele e Loretta Martinez vorrebbe poter cambiare insegnante. Per l’esattezza ha chiesto di poter essere seguito da Luca Jurman.

“Io mi sono rotto le scatole. Non ce la faccio più. Io ammetto la verità di quello che dice la Di Michele. Io sono un cantautore impreciso, do spazio all’interpretazione. Il punto è che c’è una sfida tra Grazia e Loretta, ma loro non sono mio padre e mia madre che litigano per un divorzio. Se Grazia deve fare così per attaccare la Martinez, allora chiedo che mi prepari Jurman. Lo faccio perché io e Loretta non ce la facciamo più”.

L’insegnante, chiamato da Maria De Filippi, ha deciso di andare ad ascoltare il cantante prima di decidere se accettare l’incarico di seguirlo: il vocal coach, infatti, dice di non conoscere bene i ragazzi di quest’edizione e ha deciso di mettere alla prova il toscano come cantante e musicista per capirne le potenzialità e i margini di miglioramento.

Iniziamo a vedere le lezioni dei due in sala prove. Jurman è prodigo di consigli, in particolare suggerisce ad Enrico di cercare di restare morbido, di evitare la tendenza che ha ad irrigidirsi.

“Faccio un po’ di conti e poi ti faccio sapere” è quello che Jurman dice al ragazzo curioso di sapere se lo avrà come insegnante. Allievo e coach intanto provano Via, la canzone di Claudio Baglioni assegnata al toscano per la sfida di domenica prossima.

 “Voglio capire. Ora non hai avuto il vibrato tremolante. Quel tipo di vibrato è un po’particolare, io  lo chiamo di spezzatura. Non è ritmico quindi all’orecchio delle persone arriva come una stonatura. La stessa energia che metti sulla chitarra la devi mettere nel canto”.