Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Jonathan Goodluck, fortunato Presidente della Nigeria

CONDIVIDI

Il presidente Umaru Yar’Adua è in ospedale in Arabia Saudita da Novembre 2009 e non si è più fatto vedere, quindi in Nigeria per questi mesi il governo ha avuto una grave vacanza politica.

Jonathan Goodluck, vicepresidente nel governo di Yar’Adua, è ora stato ufficialmente riconosciuto come Presidente ad interim, leader del Paese e capo delle forze armate, almeno finché – e se – il presidente malato tornerà ad occupare il suo ruolo.

La Repubblica Federale di Nigeria è lo stato africano più popoloso, con 154.729.000 abitanti secondo una stima dell’ONU e, nel mondo, è l’ottavo stato per numeri di abitanti (l’Italia, che ha superato i 60 milioni di abitanti è al 23esimo posto).

Oltre ad avere molti cittadini, l’ex colonia inglese è divisa in ben 37 stati (uno, Abuja, dove è presente la capitale, è in realtà un territorio federale) e i nigeriani sono divisi in numerose etnie, Hausa, Igbo e Yoruba le principali.

Nonostante l’Inglese sia l’unica lingua ufficiale, esistono 525 diverse lingue (510 effettivamente parlate) e anche dal punto di vista religioso non c’è omogeneità, con poco più della metà del Paese di religione musulmana, e poco meno del 50% di religione cristiana (protestanti e cattolici per la maggior parte, anche quasi un 20% è sì cristiano, ma di altra tipologia).

Non è quindi una situazione semplice da governare per il cattolico 53enne di etnia Ijaw, che ha iniziato la sua carriera politica nel 1998 con una scalata ai vertici rapidissima, determinata – soprattutto – da una grande dose di fortuna: si trovava sempre al posto giusto al momento giusto.

Sembra quasi che il suo cognome sia stato scelto apposta (“Good luck” in inglese significa “buona fortuna”), dato che la buona sorte lo assiste sin da quanto nel 1999 è stato eletto governatore del suo stato, la Bayelsa, dopo che il suo capo di allora, il governatore precedente, venne accusato di corruzione.

Nel 2007 venne scelto dall’ex Presidente Olusegun Obasanjo come candidato Vice-Presidente del PDP, il Partito Democratico del Popolo, e dato che il partito vinse le elezioni per la terza volta consecutiva, Goodluck si è ritrovato a passare dalla figura di Governatore di un piccolo stato, a quella di Vice-Presidente dell’intera nazione.

E ora il “politico senza base politica“, come viene definito da alcuni membri del governo, stando a quanto riferisce Fidels Mbah della BBC, è il Presidente della Nigeria.

L’uomo giusto al posto giusto. Di nuovo.

Sebastiano Destri