Home Sport

L’ipotesi sequestro di Josè Mourinho

CONDIVIDI

Una banda di criminali macedoni intercettata recentemente dai carabinieri di Genova poteva avere il progetto non solo di rapinare la villa sul Lago di Como del tecnico dell’Inter, ma probabilmente anche di sequestrare Josè Mourinho. Lo sostengono diversi giornali britannici riprendendo la notizia delle indagini avvenute in Italia e al termine delle quali i carabinieri di Genova, in collaborazione con quelli di Vimercate, avevano sgominato una gang di nomadi specializzata nello svaligiare abitazioni di lusso arrestando i quattro malintenzionati tra cui anche una donna.

La banda, secondo la stampa inglese, teneva da tempo d’occhio i movimenti dell’allenatore che spesso da Milano si sposta con la famiglia, la moglie e i due figli, nella villa sul Lago di Como. Alla gang di nomadi macedoni specializzati nello svaligiare case di lusso e’ stato sequestrato un foglio con il nome del tecnico.

Ma la procura di Genova smentisce l’ipotesi del sequestro di Mourinho. Commentando la notizia pubblicata oggi da alcuni giornali britannici, il sostituto procuratore Alberto Lari, che ha seguito le indagini, esclude che siano state raccolte prove circa la preparazione di un sequestro di persona.

Smentita anche l’ipotesi dei numerosi pedinamenti e appostamenti fatti per seguire la famiglia Mourinho. Le persone arrestate sono Nikollovska Mirjana 46 anni, residente a Genova e Bruno Bentivoglio 44, Zoran Bentivoglio, 20, e Luca Radosavljevic, 30, residenti a Milano.

P.B