Home Sport

Sci, Vancouver: la Vonn rischia per infortunio

CONDIVIDI

L’americana Lindsey Vonn, vincitrice di due titoli mondiali nel 2009 in Val d’Isere e atleta più attesa dei prossimi giochi di Vancouver, rischia di vedere sfumare l’en plein che già tutti le avevano pronosticato.
L’atleta, infatti, è arrivata nella città canadese con la tibia dolorante e la faccia triste di chi si è appena svegliato da un incubo.

L’unica soluzione per debellare questo male alla gamba destra, sembra sia una ricotta austriaca, il Topfen, con la quale la sciatrice farà degli impacchi per curare il suo infortunio.
Nemmeno il periodo di stop forzato di una settimana, trascorso sempre in terra austriaca, le ha dato i benefici sperati: “È una grossa sfortuna. Non ho sciato in questi giorni, in hotel ho provato a mettermi ai piedi gli scarponi e posso dire che è stata una sofferenza. Di infortuni nella mia carriera ne ho conosciuti tanti, ma questo è il peggiore. Stavo per perdere la testa e ho pensato che il mondo mi stava crollando addosso proprio alla vigilia dei Giochi».

La forte sciatrice, ragazza copertina della rivista statunitense Sport Illustrated e abituata a buttarsi a capo fitto su ogni discesa sembra aver perso la sua sicurezza ed il suo smalto: “Devo andare a 120 chilometri all’ora, con una grande pressione sulla mia tibia. Francamente non so se sono in grado di farcela”. 

Un colpo grave questo che non intacca solo  l’americana, ma tutta la squadra a stelle e strisce che vedeva nella bionda di Minneapolis, 78 kg distribuiti su 1, 75 di altezza, il Michael Phelps della neve. 
E, quindi, la garanzia di una quantità notevole di medaglie.  

La campionessa comunque non vuole rinunciare all’appuntamento più importante della sua carriera e intende lo stesso partecipare alle 5 gare a cui è iscritta: discesa, slalom, gigante, super G e super combinata.

Paolo Piccinini