Home Spettacolo “Amici” resoconto puntata (12-02-2010 terza parte). La fiera della vanità

“Amici” resoconto puntata (12-02-2010 terza parte). La fiera della vanità

 

Come ampiamente ipotizzabile continua il botta e risposta tra Grazia Di Michele e Loretta Martinez. Le accuse di incapacità e incompetenza che si lanciano ci fanno capire che le due mal si sopportano.

Ricorderete che Grazia aveva sfidato la sua rivale a riascoltare una delle esibizioni di Enrico per verificare il numero degli errori commessi. La Di Michele aveva addirittura parlato della necessità di dimettersi per chi delle due avrebbe dimostrato incapacità di giudizio giungendo, infine, alla conclusione di non essere lei l’insegnante di troppo.

Loretta ovviamente replica e non risparmia alla collega pesanti critiche: “Dice che non ho i requisiti per aiutare i miei allievi a migliorare. I miglioramenti invece sono evidenti. Come mai lei non li vede? Come mai non riconosce e distingue tra errori di tecnica ed errori di stile? Se io devo dimostrare la mia competenza, lei deve dimostrare la sua!”.

A questo punto Loretta rilancia la sfida fattale : “Voglio che con la terminologia adeguata, indichi gli errori di Enrico e suggerisca quale metodi applicare per farlo migliorare tecnicamente. Lei ha bisogno di una settimana per analizzare un brano. Io no. Mi sono laureata in questo. Non accetto che lei screditi la mia competenza millantando una competenza che invece lei non ha. La metto alla prova sulle sue competenze tecniche e artistiche, perché io le ho entrambe…posso anche cantare!”.

Insomma più che un confronto tra docenti, questo ormai appare come un scontro fra prime donne, che forse hanno scambiato il programma per la fiera della vanità: “Visto che lei perde tempo in polemiche, se dobbiamo perdere tempo facciamolo una volta per tutte. Vediamo chi ha competenze tecniche, artistiche e musicali. Tra l’altro non mi pare che  Pierdavide sia migliorato, e se lo ha fatto è merito della Scalise. Lei sa solo parlare e fare analisi del testo. In quello è brava, ma queste cose le fa la maestra in seconda media”.