Home Spettacolo

“Amici” resoconto puntata (12-02-2010 ultima parte). Garofalo: “Sembra che stai a fa’ Aida!”

CONDIVIDI

 

C’è grande attesa per vedere le due coreografie che Marco Garofalo ha studiato per mettere alla prova Elena. Nel primo giorno in sala prove per lo studio dei passi, i due si continuano a stuzzicarsi.

Il maestro mette subito le mani avanti: “Non ridere che non mi voglio stranire”. Garofalo è prodigo di consigli per la ballerina e cerca di spiegarle nella maniera più chiara possibile cosa stia cercando di vedere in questa coreografia letto-munita: “In questa non c’è tecnica, non ci sono punte. È più come se tu fossi un’attrice. Più sporchi le camminate e meglio è”.

Nonostante gli sforzi della ragazza però il maestro non pare ancora intravedere lo stile richiesto, anzi l’accusa di ballare sempre alla stessa maniera. Garofalo, coadiuvato da Maria Zaffino, la segue passo passo cercando di stemperare alcune movenze ‘drammatiche’ della ballerina e le chiede di dimostrarsi più che altro inc…incavolata: “Sembra che stai a fa’ Aida, non lo reggo. È una lotta acrobatica, sesso acrobatico”.

Elena sembra comunque molto concentrata, a dispetto di altre volte pare aver deciso di voler essere più conciliante col maestro, forse consapevole che diversamente potrebbe passare per la ragazza presuntuosa che non è.

Eppure il coreografo non gliene fa passare una. In particolar modo, pare si innervosisca ogni volta che appare il sorriso sul volto della ballerina che, però, lo rassicura sul fatto che non ci sia in lei l’intento di deriderlo.

Le prove giungono al termine e il maestro le ricorda cosa si aspetta di vedere: “È un momento di sensualità, non c’è malizia. Non la voglio – e notando la stanchezza della ballerina aggiunge- ti sembrava facile, eh?”.
Elena nega, dice di aver colto dall’inizio la difficoltà del montaggio e va via, non prima di tentare di pacificare il rapporto con il maestro: “Lei si stranisce troppo facilmente. Io vorrei un rapporto sereno. Non posso ridere sennò lei si stranisce. Non capisce che  non lo faccio per deriderla?”.

Ma Garofalo non accetta questo modo di personalizzare i suoi pezzi e la manda via dicendole che quando ballerà coreografie da lei montate sarà libera di fare ciò che vuole.