Home Sport

Calcio, Champions League: problemi per Manchester e Chelsea

CONDIVIDI

Brutte tegole per i due club inglesi alle soglie degli ottavi di Champions League, previsti per i giorni: 16 febbraio Milan- Manchester e 24 febbraio Inter- Chlesea.
Notizie che di contro rallegrano proprio le due avversarie italiane.
Il Chelsea di Carlo Ancelotti, perde per tre mesi Ashley Cole.
Per lui in dubbio anche i prossimi mondiali in partenza a giugno in Sud Africa.
Il forte terzino si è infortunato nel corso del match di mercoledì scorso contro l’Everton, terminato con la sconfitta dei Blues per due reti ad una.
Gli esami radiologici a cui si è sottoposto oggi il nazionale inglese hanno evidenziato la frattura della caviglia sinistra, conseguenza del duro contrasto con lo statunitense Landon Donovan dopo circa un’ora di gioco.
Nel Chelsea il suo posto verrà preso con grande probabilità da Yury Zhirkov, anche se l’allenatore italiano non esclude l’idea di spostare uno tra Ivanovic,  Paulo Ferreira o Alex sull’out di sinistra.

Discorso simile per l’ala gallese dello United, Ryan Giggs, fratturatosi il braccio destro al 74’ della sfida, terminata in parità (1-1) contro l’Aston Villa in uno scontro con Steve Sidwell.
Dal bollettino medico pubblicato sul sito ufficiale dei Red Devils, infatti, Giggs dovrà restare fermo per almeno un mese saltando sicuramente la gara di andata degli ottavi a San Siro e la finale di Carling Cup del 28 febbraio sempre contro i Villans.

L’assenza forzata di Cole, crea grossi grattacapi non solo al Chelsea ma anche alla nazionale inglese.
Fabio Capello, sarà costretto così a richiamare Wayne Bridge, già per la sfida amichevole contro l’Egitto del prossimo 3 marzo, mentre l’eco del caso Terry si è tutt’altro che affievolito.
Tra l’altro, stando a quanto riportato dal quotidiano inglese “The Indipendent”, il c.t. avrebbe intimato al terzino del Manchester City di chiudere al più presto la diatriba con Terry, pena la sua assenza dal Mondiale.

Paolo Piccinini