Home Sport

Le Olimpiadi di Vancouver si aprono ed è tragedia, subito un lutto

CONDIVIDI

Vancouver 2010A poche ore dalla cerimonia inaugurale muore in un grave incidente lo slittinista georgiano, Nodar Kumaritashvili, 22 anni: l’atleta durante le prove è andato a urtare violentemente contro un palo.

Immediati i soccorsi, con lo staff medico che ha provato a rianimarlo, ma per il giovane atleta non c’è stato nulla da fare.
Lo rende noto una fonte del Cio. L’impatto per il giovane atleta della Georgia è stato violentissimo: Kumaritashvili ha perso il controllo dello slittino ed è volato fuori pista, a una velocità stimata intorno ai 140 km/h, andando a sbattere contro un palo di cemento.

L’incidente è apparso subito gravissimo, l’atleta era privo di conoscenza, gli è stato praticato il massaggio cardiaco ma
il georgiano non ce l’ha fatta.

La sesta ed ultima sessione di prove dello slittino individuale ai Giochi di Vancouver è stata interrotta per la drammatica caduta dell’atleta georgiano Nodar Kumaritashvili. L’incidente si è verificato nell’ultima parabolica in zona d’arrivo. Il georgiano è volato nella pista di giaccio andando a sbattere violentemente contro un palo.

Riccardo Basile

Fonte: Gazzetta dello Sport

Comments are closed.