Home Sport

Calcio, serie A: Balotelli si confessa

CONDIVIDI

Riportiamo un’ intervista rilasciata da Mario Balotelli a SkySport24.

Hai scelto una nuova scarpa da gioco: a chi vorresti fare il primo gol?
“Arriva fra un mese, non so ancora ch sarà l’avversario”

Magari il Chelsea
“Meglio ancora”

Nemmeno Baggio, Totti e Del Pero avevano segnato come te alla tua età
“Hanno scritto sul giornale che ho fatto 52 presenze, si, ma non da titolare. Se partivo titolare, sai quanti gol facevo?. Ne ho fatte la metà da titolare. Comunque, sono molto contento, perché Del Piero e Totti sono due fuoriclasse italiani, sono rispettati e da rispettare. Credo che Totti e Del Piero sono gli attaccanti italiani più forti che ci siano mai stati. Quindi, per averli battuti in questo, sono contento”.
 
Stai diventando sempre più personaggio, anche sui giornali di gossip: questa cosa ti fa piacere, o no? C’è qualcuna che, magari, cerca pubblicità, facendosi fotografare al tuo fianco
“C’è stato questo fatto della ragazza che sapete. Ho detto che sono uscito con lei, che mi sono visto con lei per una settimana. Poi,.per motivi nostri, le ho detto che non mi andava più e basta. Non mi sono fatto più sentire ne vedere. Lei ha continuato a cercarmi, a parlare si giornali. Si, in questo mondo, alcune ragazze che, diciamo, sono fallite nel loro ambiente, si devono aggrappare a qualcosa per essere di nuovo sui giornali. Nel loro lavoro, essere sui giornali è importante. Io sono stato stupido a fidarmi di queste persone. Posso solo dire che c’è da vergognarsi”.

Che esempio può essere Balotelli per i bambini?
“Come quello di un ragazzo che fa vedere di essere come loro, non un calciatore di Serie A, ma un ragazzo come loro, prima di tutto; poi, un calciatore. Vorrei essere un esempio di correttezza, a volte, anche di non rispettare sempre le regole, ma non troppo, perché un ragazzo troppo perfetto non va bene. Non deve essere un ragazzo perfetto, ma un ragazzo rispettoso, deve voler bene alla famiglia. Sto dicendo quello che sono io. E spero che i ragazzi copino questo”

Pasquale Della Valle