Home Sport Calcio, Serie A: le pagelle di Milan-Udinese

Calcio, Serie A: le pagelle di Milan-Udinese

Il Milan ritrova il sorriso battendo per 3 a 2 l’Udinese in un match che ha visto tornare in campo Pato e Nesta e il ritorno ai grandi livelli di inizio anno di Ronaldinho. Per i friulani l’ennesima sconfitta della stagione che li costringe a navigare ancora nei bassi fondi della classifica.

MILAN:

Dida   6: partita da dottor Jackill e mister Hyde per il buon Nelson che nel primo tempo si improvvisa massaia facendosi scappare il pallone saponetta di mano e regalando all’Udinese un gol lavato,pulito e stirato e nel secondo tempo molto attento e reattivo sui tentativi di Di Natale.

Abate   6.5: corre come un pazzo sulla fascia destra e si propone sempre bene e con continuità.

Nesta   7.5: Ridley Scott ha appena annunciato di voler girare il sequel de “Il Gladiatore” e il protagonista del film sarà il numero 13 rossonero Alessandro Nesta. Combatte su ogni pallone e ne esce sempre vincente. Una mano santa in vista della sfida contro i red devils.

Thiago Silva   6.5: lui e Nesta sono come il Gatto e la Volpe, sempre pronti a fregare gli avversari illudendoli di farli passare…ma nelle contrattazioni sono sempre lesti e scaltri a rubare il pallone. Non è un caso che appena abbandona il campo i friulani accorciano le distanze…(40′ Bonera   5.5: Di Natale lo anticipa sempre, entra a freddo è vero, ma ciò non è una scusante buona per non collaborare col mostro sacro Nesta).

Favalli   6: peppino inizia bene la gara, fa affidamento a tutta la sua esperienza accumulata negli anni e gli avversari hanno vita dura con lui. Nel secondo tempo fa affidamento ai suoi 38 anni che gli impediscono di salire velocemente come Abate per mettere in fuorigioco Di Natale che sentitamente ringrazia e va in gol.

Gattuso   6: un pochino appannato forse sul piano fisico, cosa che gli costa un’ammonizione inutile dopo un’entrataccia in ritardo su Zapata. Per il resto compensa bene con la sua grinta e va anche vicino al gol.

Pirlo   6: il Pirlo di questa sera avrà vita dura martedì sera visto che non avrà contro Asamoah e Sammarco, bensì Scholes e Carrick…due che non le mandano a dire in mezzo al campo. Si limita al compitino che gli riesce bene grazie anche alla collaborazione del centrocampo friulano.

Ambrosini   6.5: e uno così non dovrebbe andare già da adesso in Sudafrica? corre,si propone, è il clone di De Rossi e rappresenta a pieno l’anima del centrocampo rossonero.

Mancini   S.V.(13′ Pato   7: come d’incanto lo chiama Pellegatti…e come d’incanto lui entra e accende la luce. Al 39′ decide di imitare Beep Beep e scappa veloce verso la porta inseguito da Willy il Coyote Pasquale e il finale e lo stesso del cartone animato…).

Huntelaar   7: il “Cacciatore” di quaglie fino all’altro ieri e ora cacciatore di goal finalmente come faceva in Olanda. Si avventa su ogni pallone in attacco e dimostra finalmente brillantezza.

Ronaldinho   8: avete presente il ragazzino che nel film “Malena” ogni volta che vede o pensa a Monica Bellucci si lascia andare agli istinti primordiali? Bene…lui appena vede Pato quasi si eccita…lo cerca sempre con i suoi lanci millimetrici,e raggiunge l’apice del piacere quando lo manda in rete con un no-look d’alta scuola. Per poco non gli riesce anche l’impresa epica di mandare in gol Gattuso, così in futuro poteva regalare ai suoi nipotini una bella favola da raccontare prima di andare a dormire(77′ Beckham   S.V.).

UDINESE:

Handanovic   6: incolpevole sui 3 gol presi in “saccoccia”, per il resto disputa una partita sufficiente.

Isla   5.5: Dinho lo scherza sul primo goal di Huntelaar, ma per il resto della partita sembra ancora imbambolato da quell’episodio e non rende come deve.

Coda   5: Huntelaar si ricorda di fare il centravanti…e lui si ricorda di non fare il difensore…lui e l’olandese stasera stanno bene come pane e salame.

Zapata   5.5: purtroppo anche per lui serata alquanto dura. si impegna ma non sa che pesci pigliare con i tre tenori che si trova di fronte.

Pasquale   5: la sorte gli è amica facendogli trovare di fronte dal primo minuto Mancini. Purtroppo sul gratta e vinci acquistato all’inizio del match, che segnava la vincita fatta, c’era scritto un bel FAC-SIMILE…e la realtà che gli si prospetta si chiama Pato. Si consiglia di non abusare del gioco d’azzardo.

Sammarco   5: purtroppo anche per lui non è serata. Non si fa mai notare in positivo(71′ Pepe   6: ha il merito di dare maggiore velocità all’attacco friulano, anche se ha poco tempo a disposizione per smuovere la squadra)

Inler   6: De Biasi va in confusione e toglie il centrocampista più propositivo della serata in forza alla sua squadra. Prova spesso nel primo tempo la conclusione ma l’esito non è sempre dei migliori( 61′ Lodi S.V.)

Asamoah   5.5: viene contagiato dal malessere del centrocampo friulano e non riesce ad esprimersi come sa.

Sanchez   5: è l’alter ego di Zarate: potenziale di un campione e resa da scarsone…a San Siro in Coppa Italia lo ricordavano diversamente.

Floro Flores   6: ha vita dura con Nesta, ma l’uscita dell’altro centrale Thiago Silva gli da l’opportunità di bucare Edward mani di forbici Dida che non blocca il colpo di testa centrale dell’attaccante napoletano.(71′ Geijo S.V.)

Di Natale   7: sempre lui a dover portare avanti la bandiera dei friulani. 17/o gol in stagione e record personale eguagliato…a quando la nomina a sindaco di Udine?

Antonio Pellegrino