Il sabato di Amici (4): la cura Jurman

 

È il turno della squadra Blu. I ragazzi entrano in studio e dopo la sigla iniziano subito le loro esibizioni. Nel cambio di professori in studio notiamo l’assenza di Luca Jurman, a tutti gli effetti di nuovo insegnante.

La prima chiamata è Elena che balla con la solita bravura un pezzo montato da Steve La Chance. Il maestro è orgoglioso dell’allieva e non lo nasconde: “è una ragazza/donna bravissima.  Riesce ad emozionare che è quello che dobbiamo fare quando danziamo. Sei in gamba, sei una vera artista mi piaci molto”.

Maria ricorda ancora una volta che ieri è uscito il nuovo cd dei ragazzi, chiamato Nove in onore del numero di edizioni del programma, e chiama Enrico. È il momento di spiegare cosa è successo questa settimana: il ragazzo ha cambiato insegnante stanco delle liti tra la Di Michele e la Martinez, ora lo segue Luca Jurman.

Anche per il cantautore c’è la consegna del microfono. Color lampone e impreziosito da tatuaggi, segno distintivo del toscano che ne ha molti. Canta la stessa canzone di Tenco incriminata da Grazia due settimane fa, per dimostrare la sua voglia di migliorare. Maria non fa commentare l’esibizione del ragazzo a Loretta, non vuole altre polemiche. Per i due solo un bacio per far ancora capire che tra di loro non ci sono attriti.

Vediamo Matteo sul palco. Il suo microfono è giallo con note e accordi musicali. Maria presenta il pezzo scritto da Francesco Tricarico per il tenore. A commentare la sua prova, applauditissima, c’è il maesto Sergio La Stella: “A rischio essere retorico devo dire solo una parola: Matteo è una meraviglia!”.

Rodrigo è sul palco con tanto di gonnellino scozzese. No, non fa un pezzo di Garofalo bensì una variazione della Celentano che lo richiede. Dopo le disquisizioni interessantissime sulle mancate cerette del ragazzo e l’esibizione, la Celentano elogia l’allievo, “un vero talento”.