Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca USA: è morto a 90 anni Walter Morrison, l’inventore del “frisbee”

USA: è morto a 90 anni Walter Morrison, l’inventore del “frisbee”

A riferirlo sono stati i media statunitensi, i quali hanno precisato che il decesso è avvenuto a causa di un tumore ai polmoni.
Alzi la mano chi almeno una volta nella vita non ha giocato con il frisbee, chi in spiaggia, chi nel giardino di casa, chi con il proprio cane, insomma tutta la generazione degli anni settanta ha giocato con questo disco volante in plastica.
Il frisbee, divenuto poi nel tempo uno dei più popolari giochi al mondo, nacque per caso nel 1937 durante la festa del Thanksgiving Day, nel sud della California, quando Morrison e la sua fidanzata Lucile ‘Lu’ Nay per passare il tempo, cominciarono in giardino a lanciarsi il coperchio di una lattina, che però fu presto  sostituito da una teglia da forno, presa in prestito dalla cucina di casa Morrison.
E la teglia funzionava proprio bene, tant’è che un giorno mentre la coppia di fidanzatini ci stava giocando in spiaggia, furono avvicinati da alcuni bagnanti che divertirtiti da questo semplice e strano gioco  si offrirono di comperare la teglia.
A Morrison si accese subito la lampadina in testa e cominciò a dare libero sfogo al suo spirito imprenditoriale.
In men che non si dica nacque il frisbee, originariamente noto come ‘flying-cake-pan’ (teglia da dolce volante).
Morrison, che di mestiere faceva il falegname, stava lavorando ad un nuovo design della ‘teglia volante’ quando fu chiamato al fronte per la Seconda Guerra Mondiale e fu  ferito proprio durante una missione in Italia,  quando l’aereo che lui pilotava fu abbattuto.

Venne fatto prigioniero ed internato in un campo tedesco dove vi rimase  per 48 giorni; quando rientrò in patria, si stabilì nella California meridionale con la fidanzata Lucile,diventata ormai sua moglie, e continuò a lavorare alla ‘teglia volante.
Gli si unirono anche due suoi amici Warren Franscioni e Luke Kapono: venne così messo a punto una specie di disco volante perfettamente aerodinamico, con gli angoli arrotondati, per garantire la massima elevazione ed una facile presa,che andò via via prendendo la forma del frisbee che oggi noi conosciamo.

 Dopo averne venduto diversi esemplari nei mercatini locali, Morrison convinse l’azienda Wham-O Manufacturing a fabbricarli in serie e l’azienda, nel 1957, ne acquisì i diritti.

Il disco entrò in produzione industriale solo nel solo nel 1957 con il nome Pluto Platter e nella seconda metà degli anni ’60 raggiunse una tale popolarita’ che Morrison poté lasciare il suo lavoro di falegname e vivere dei diritti d’autore della sua invenzione.

Secondo Phil Kennedy, amico di Morrison ed autore di un libro nel 2001 sulla nascita del frisbee, il termine frisbee deriva dal nome di una pasticceria del Connecticut, la Frisbie Pie Co, fornitrice di crostate per le mense scolastiche, le cui teie circolari venivano utilizzate come svago dagli studenti del New England.

E furono soprattutto gli studenti americani universitari e liceali alla fine degli anni Cinquanta a imporlo come moda e da lì si è diffuso sino a diventare uno sport da competizione con campionati mondiali in diverse specialita’.

Il Frisbee arrivò in Italia negli anni Settanta insieme alla cultura americana alternativa, grazie ad un programma televisivo del 1978, Odeon rubrica di curiosità dal mondo, che lo lanciò tra  i giovani, ed anche nel nostro paese si diffuse rapidamente, divenendo una vera e propria mania.

Si stima che nel corso di mezzo secolo siano stati venduti circa 200 milioni di dischi.
Niente male.

Valeria Panzeri

Walter Frederik Morrison, inventore del frisbee

Salt Lake City. Mr. “Frisbee” alias Walter Frederik Morrison ha fatto il suo ultimo lancio: è morto alla veneranda età di 90 anni nella sua casa di Monroe (Utah).