Xbox 360, si apre il palcoscenico su Alan Wake

Alan WakeX10 è stato selezionato da Microsoft per svelare alcune novità sulle edizioni limitate che accompagneranno l’uscita sugli scaffali di Alan Wake. A coloro che preordineranno il gioco sarà consegnato l’esclusivo “Bright Falls Bonus Pack”, che include accessori per gli Avatar, un tema Xbox Live e il “making of”.

Altrettanto succosa appare la Limited Edition: al suo interno troverà alloggio un disco bonus con all’interno il dietro le quinte, degli esclusivi commenti di Remedy a vari aspetti del titolo, la colonna sonora, il libro “The Alan Wake Files” e molto altro.

Il mio nome è Alan Wake. Sono uno scrittore” avvia il trailer mostrato dai ragazzi di Remedy all’X10. Un filmato avvolto nell’oscurità, pregno di toni ambigui: non è ancora tempo di mostrare nella sua possenza il comparto ludico di Alan Wake e ormai siamo certi che dovremo pazientare sino all’uscita sugli scaffali per afferrare qualcosa di nitido e concreto.

Per fortuna il team finlandese è stato galantuomo con tutti coloro che non vedono l’ora di calarsi nel pieno di questo
horror-thriller che ammicca tanto ad Alone in the Dark: l’evento americano è stata la giusta occasione per rivelare al
mondo le date certe di uscita di tale prodotto. 18 Maggio negli Stati Uniti, il 21 seguente in Europa: una collocazione non troppo sonnacchiosa.

Alan Wake sarà inevitabilmente un placido risveglio dal torpore primaverile, che tra Marzo e Aprile attanaglierà il mondo videoludico (anche se un Febbraio così importante certamente impegnerà a dovere i nostri polpastrelli).

Dunque a Maggio il ridestarsi di Alan sarà certamente un pessimo risveglio. “Waking up into a nightmare” marchia infatti il trailer. Un misterioso incidente automobilistico, una voce femminile che chiede aiuto. “Alice!“. E’ da questi indistinti elementi che Alan Wake prenderà l’avvio e catapulterà il protagonista a vivere uno degli incubi che solo pochi mesi prima esprimeva su carta con la sua fida macchina da scrivere.

Il protagonista è un tipo fragile, l’antitesi perfetta di Marcus Fenix, ancora più distante dal macho videoludico e più
prossimo all’uomo comune dei quattro “attori” di Heavy Rain: chi attende con spasmodica curiosità il prossimo prodotto Remedy guarderà con felicitazione gli apprezzamenti al capolavoro di Quantic Dreams, che è finalmente riuscito a rendere con relativo spessore una trama profonda entro meccaniche ludiche.

Riccardo Basile