Calcio, Manchester City: citizen pronti all’ offerta per Balotelli

La tensione dei piani alti della classifica alla fine ha prevalso sul buon senso, accantonando le doti diplomatiche dei massimi dirigenti di Napoli ed Inter, ieri sera impegnati nel rognoso posticipo clou di Serie A, terminato al San Paolo a reti invìolate.

Meglio il Napoli nella prima frazione, poi l’ Inter ha espresso il suo gioco non facendosi intimorire dalla bolgia composta dalle decine di migliaia di cuori azzurri presenti al match, ma il punteggio non si è schiodato dallo 0-0 ed alla fine della gara sono divampate accese polemiche, neanche a dirlo, da una affermazione del mou diretta senza tergiversare alla volta del presidente partenopeo De Laurentiis:

“Non lo vorrei mai come allenatore della mia squadra. Nella mia lista sarebbe l’ultimo che prenderei” – ha confessato lo special one, forse amareggiato dal pareggio nerazzurro e dalle vittorie contemporanee di Juventus, Milan e Roma anche se il vantaggio meneghino sulle inseguitrici speranzose resta cospicuo. Non si è fatta attendere la risposta, altrettanto tagliente del patron azzurro largamente seccato dal veleno sputato dal tecnico portoghese:

“Quel signore piccolino che parla tanto tanto tanto, che sembra che il calcio in Italia sia Hollywood, ma è calcio, parla e alla fine oggi è stato beneficiato”.

Ma la società di Appiano Gentile deve ipotecare da subito il match di Napoli e guardare avanti e si è già trasformato in un caso l’ ipotetica offerta in denaro che, secondo il tabloid britannico Daily Star, il Manchester City starebbe preparando a puntino per insidiare gli animi di corso Vittorio Emanuele e impossessarsi del cartellino del baby nerazzurro Mario Balotelli. Il futuro della punta di colore all’ Inter sembra sempre più incerto, vuoi le vicissitudini che quasi quotidianamente scandiscono il rapporto tra super Mario e Mourinho, vuoi il desiderio del giocatore di essere impiegato con più frequenza in campo ed avere la fiducia del proprio allenatore nelle gare più sentite e non ultimo, il desiderio di giocarsi la carta per l’ accesso al mondiale e captare la simpatia del ct viareggino Marcello Lippi.

Insomma un mosaico di ragioni piuttosto valide che porterebbero Balotelli via lontano da Milano. Potrebbe quindi trasformarsi in un vero e proprio tormentone estivo il corteggiamento dei citizen d’ oltremanica verso l’ attaccante e sul piatto delle offerte sarebbero già pronti 23 milioni di euro, probabilmente una somma ancora inconsistente ma da considerarsi un ottimo inizio per traghettare la trattativa fino in porto. Il tecnico degli inglesi Roberto Mancini non fa mistero della sua stima verso Balotelli e giura di dar battaglia per portarlo in Premier League:

“Lo prenderei subio, non ci penserei due volte, potenzialmente è uno dei migliori giocatori a livello mondiale”.

Gionata Cerchiara