Calcio, Milan- Manchester parla Leonardo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:29

Domani per il Milan sarà un giorno importante: a Milano arriva il Manchester di sir Alex Ferguson. I rossoneri di solito quando sentono le  note dell’inno della Champions assumono i super poteri. Chissà se anche domani riusciranno a fare una bella prestazione e a regalare ai tifosi un buon risultato.

Ecco le dichiarazioni di Mister Leonardo durante la conferenza stampa della vigilia.

A proposito di quanto ha detto ferguson riguardo al ruolo di Pato e alla sua importanza nella squadra.                            “Mi sono state riportate le dichiarazioni di Mister Ferguson, ma non le ho sentite in prima persona, quindi non so in quale modo Sir Ferguson le abbia dette. In passato sono stato con lui nel corso della riunione Uefa e abbiamo parlato di questo: so cosa pensa e il suo mi sembra un parere tranquillo e giusto.”

Sull’allenatore dei Reds Devils.
Ho tanto rispetto per un allenatore come Alex Ferguson perché credo che sia uno dei simboli: da tanti anni siede sulla panchina della stessa squadra, ha classe e un modo di porsi affascinante.”

Come fermare il Manchester: “Le due squadre si conoscono bene, non solo per le partite del passato recente, ma anche per lo studio che si fa continuamente. Credo di conoscere il Manchester United. La squadra di Ferguson esce da un momento difficile, avevano molto giocatori infortunati che ha recuperato piano piano ed è una squadra compatta che effettua grandi ripartenze. Il Milan ha le proprie caratteristiche e domani sera dovrà mantenere il proprio gioco.

Ogni partita si presenta in maniera diversa, la Champions League si gioca con gare di andata e ritorno ed è diversa dal campionato. Abbiamo a disposizione centottanta minuti per decidere questa fase. Non subire gol è un obiettivo del Milan, ma il Manchester United è una squadra che cerca sempre di fare gol. Il Milan dovrà cercare di trovare l’equilibrio giusto tra il non subire gol e il cercare di fare male.”

Il Milan con le grandi squadre ha qualcosa di diverso. “Ci sono diversi momenti all’interno di una stagione. Ad esempio la partita di Madrid è giunta in un momento particolare e siamo riusciti a tirare fuori qualsiasi cosa avevamo dentro, non è stata solo una questione di orgoglio e di caratteristiche delle squadre. Quando arrivano sfide di questo livello ci confrontiamo contro squadre che giocano alla pari e sono situazioni che ci esaltano.”

Filomena Procopio

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!