Giappone, pil rallenta ma evita il sorpasso cinese

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:30

Il pil giapponese rallenta rispetto a quello del 2008 ma evita il sorpasso cinese. I dati salvano Tokyo che si conferma, seppur con molte difficoltà, la seconda economia mondiale.

I dati del 2009 hanno fatto registrare un rallentamento del 5% che ha consentito lo stesso al Giappone di conservare una forbice di vantaggio di 150 miliardi di dollari rispetto ai “cugini” cinesi.

I dati sono questi: 5.075 miliardi di dollari di valore nominale giapponese contro i 4.910 miliardi di Pechino.  Dei valori che devono anche esser letti con particolare attenzione. Infatti bisogna notare come uno dei fattori fondamentali che ha permesso ai nipponici di resistere ed evitare un declino quasi assicurato ad inizio anno è stata la forza dello yen che ha approfittato della crisi mondiale.

La svalutazione del dollaro infatti ha anche portato un conseguente indebolimento del renmimbi, la valuta cinese, che viaggia insieme a quella americana. Un duello dunque, quello Giappone- Cina, che vede ancora il resistere delle tradizionali posizioni anche se, e questo risulta evidente, il rivale comunista sta facendo passi da gigante in direzione del sorpasso.

Analizzando i dati annuali si nota un crollo verticale durante il primo semestre. A questo dato è seguita una lenta ripresa nel secondo trimestre  che è continuata anche a fine anno. Per i nipponici dunque stava per risultare fatale la crisi del comparto manifatturiero hi-tech e del settore terziario autentici cavalli di battaglia del sol levante. Anche il settore automobilistico non vive i suoi giorni migliori e i gruppi di Tokyo risentono della crisi.

Un segnale incoraggiante è stato quello dell’ultimo trimestre del 2009 con un aumento del Pil dell’1,1% sul trimestre precedente e del 4,6% su base annuale. Un dato che ha sorpreso gli analisti. Infatti secondo  un sondaggio realizzato dal Dow Jones Newswires le aspettative di crescita si attestavano intorno all’1%.

Antonio Borzì

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!