Tv: Ballando con le stelle nella bufera


Anche la rete ammiraglia di mamma rai, conosciuta per le sue trasmissioni all’insegna dell’eleganza e del bon ton, cade nel vortice delle polemiche e nello stampo della tv urlata.
Sabato scorso il talent ” Ballando con le stelle” ha visto la sua padrona di casa Milly Carlucci, presentatrice dall’indiscutibile eleganza e pacatezza, vivere il suo momento trash.
La bionda conduttrice, fasciata in un abito rosa stile Barbie, non le ha di certo mandate a dire a uno scontroso Lorenzo Crespi.
D’altronde non c’è da stupirsi se l’attore ha mostrato nei confronti del programma e della produzione comportamenti poco corretti, dato che da sempre Crespi è conosciuto per il suo carattere scontroso, problematico e per la sua indole rissosa. Indole, che già in passato, non gli ha causato ben pochi problemi con la giustizia.
Se ne sono dette di tutti i colori, uno scambio di opinioni al vetriolo fra la Carlucci e l’attore, ma senza andare fino in fondo, senza osare.
E’ probabilmente per questo che il talent targato RaiUno si è visto perdente nei confronti del baby talent ” Io canto” ,della rivale Canale 5 e condotto con maestria dal simpaticissimo Gerry Scotti. Le cifre parlano chiaro 6111000 spettatori con il 27,39% di share per il programma di canale 5 contro i 5628000 e il 26,97 % di share del talent di Raiuno.
Putroppo “Ballando con le stelle” stenta a decollare, forse per l’assenza delle stelle che invece dovrebbero farla da padrona a partire dal nome del programma, o forse perchè in realtà, di qualsiasi rete essi siano, i talent non ottengono più i risultati di un tempo. Anche se una cosa non cambia mai, si litiga, e si sa… i litigi portano audience.
E così, è stato anche sabato scorso. Un irriverente Crespi si permette di saltare gli allenamenti e di rispondere in malo modo alla sua partner di scena, la bella ballerina Natalia Titova, mandando su tutte le furie la padrona di casa… e regalando uno spettacolo a dir poco anomalo da parte della presentatrice della Rai nei confronti dei  suoi fedeli spettatori.