Windows phone 7 attrarrà i professionisti?

Bello e affascinante. Ricco di animazioni e innovati. Questo è il nuovo Windows phone 7. Ne abbiamo parlato approfonditamente in quest’articolo: https://www.newnotizie.it/2010/02/17/windows-phone-7-rivoluzione-nei-cellulari/

Adesso però occorre gettare un altro spunto nella nostra analisi. Nella presentazione della nuova creazione della Microsoft Steve Ballmer ha dichiarato:“Oggi, sono orgoglioso di presentare Windows Phone 7 Series la nuova generazione di dispositivi Windows Phone. In un mercato affollato di cellulari con formati simili e che fanno tutti la stesse cose, ho chiesto al nostro team di fornire un nuovo tipo di esperienza mobile. Crediamo che Windows Phone 7 Series è un telefono che realmente rappresenta il dinamismo della vita delle persone e il loro bisogno di essere collegate alle altre persone”.

Montare un sistema operativo su un dispositivo mobile ha un suo costo. E’ utile infatti ricordare come i sistemi di Redmond non siano open e i produttori devono pagare una licenza per averli. Inoltre la gran quantità di animazioni presenti richiede una dotazione hardware elevata. Quindi i potenziali cellulari con Windows phone saranno costosi ed orientati ad una fascia medio-alta.

La domanda è questa: i professionisti, che sicuramente hanno più capacità d’acquisto, saranno attratti da questo nuovo sistema? In questo senso aumenta la competitività con il Blackberry che contende a Microsoft la palma di sistema operativo preferito da questa fascia d’utenza. Ma in questa sua nuova versione il sistema sembra aver perso quell’asciuttezza che permette a chi fa un uso intensivo del cellulare di risparmiare tempo e risorse. Tutte le animazioni piaceranno agli utenti?

E’ anche utile ricordare come fra le sette sezioni del sistema solo una sembra orientata ai professionisti. Ci riferiamo a quell’office che non rappresenta un’assoluta novità nel mondo della telefonia mobile. Vedere l’implementazione di socialnetwork, xbox live sembra mostrare come questa nuova creatura sia orientata forse ad un pubblico più giovane che professionale. Ai posteri l’ardua sentenza.