Basket, finale di Coppa Italia: Montepaschi Siena-Virtus Bologna 83-75

Non ce n’è per nessuno. Nemmeno quest’anno. Il Montepaschi Siena si conferma la squadra-cannibale del nostro basket, conquistando – nella finale del PalaDelmauro di Avellino – la seconda Coppa Italia della sua storia, nonché seconda consecutiva. Come già accaduto la scorsa stagione, a soccombere nell’atto conclusivo delle Final Eight è la Virtus Bologna, sconfitta 83-75 dalla compagine campione d’Italia in carica.
Alla formazione emiliana allenata da Lino Lardo va comunque il merito di essere rimasta in partita per larga parte del match, regalando una finale degna di questo nome nonostante il brutto inizio di gara, dove l’alta posta in palio ha giocato uno scherzetto ad entrambe le squadre, entrate in campo con le polveri bagnate e protagoniste di un primo quarto poco entusiasmante chiuso con Siena avanti 15-14.

Il tecnico toscano Simone Pianigiani può sorridere per aver ritrovato uno dei pezzi più pregiati del proprio roster – il lituano Lavrinovic, fermo in occasione delle precedenti uscite a causa dei problemi alla schiena che ultimamente ne hanno limitato l’impiego – ma la Canadian Solar riesce con buona costanza a restare in scia sia all’intervallo (38-33 Montepaschi) che al rientro dagli spogliatoi.
A gravare sul bilancio bolognese sono soprattutto le eccessive palle perse – 11 contro le 6 senesi al 20° minuto – e i troppi falli commessi, a cui Siena risponde con le ottime prestazioni individuali fornite da Sato, Hawkins e Stonerook, principale artefice del break decisivo che dal 61-53 del 32° minuto lancia in un amen il Montepaschi al massimo vantaggio (+15). Per le V nere il colpo è durissimo da assorbire, e un monumentale Petteri Koponen – 19 i punti finali per il finnico – non basta per evitare ai felsinei di alzare bandiera bianca.

Due tiri liberi di Romain Sato fissano l’83-75 su cui squilla l’ultima sirena di queste Final Eight 2010, e per i biancoverdi è ancora il tempo della festa. L’ennesima, per una formazione praticamente incontenibile ed imbattibile sui parquet italiani, ma attesa tra soli 4 giorni al match più importante della sua annata europea, la fondamentale trasferta di Eurolega sul campo del Real Madrid. A conclusione della manifestazione, il titolo di MVP della finale va a Shaun Stonerook, miglior marcatore senese con 19 punti e 24 di valutazione.
Ai tifosi, alla squadra e allo staff della Canadian Solar resta comunque la soddisfazione di aver raggiunto ancora una volta la sfida decisiva per l’assegnazione del trofeo, risultato che – a David Moss e compagni – potrà dare una buona iniezione di fiducia in vista della ripresa del campionato e della conseguente corsa verso un posto di tutto riguardo nei playoff. Dove, crediamo di poterlo dire senza troppo timore di smentita, ancora una volta il Montepaschi potrebbe non lasciare agli avversari nemmeno le briciole.

Montepaschi Siena-Canadian Solar Bologna 83-75

Siena: Domercant 10, McIntyre 6, Zisis 6, D’Ercole ne, Eze 6, Carraretto 5, Sato 15, Lavrinovic 2, Ress 2, Hawkins 12, Marconato, Stonerook 19. All.: Pianigiani.

Bologna: Koponen 19, Moraschini, Collins 6, Fajardo 6, Sanikidze 4, Maggioli 7, Moss 18, Negri, Prato 4, Fontecchio ne, Vukcevic 6, Hurd 5. All.: Lardo.

Parziali: 15-14, 38-33, 60-48, 83-75.

Tiri da 2: Siena 16/28, Bologna 17/33. Tiri da 3: Siena 8/22, Bologna 10/23. Tiri liberi: Siena 27/37, Bologna 11/12. Valutazione: Siena 104 (Stonerook 24), Bologna 65 (Koponen 21).

Rimbalzi: Siena 33 (Eze 9), Bologna 26 (Sanikidze 6). Assist: Siena 8 (McIntyre e Stonerook 2), Bologna 9 (Collins 3). Palle perse: Siena 14 (McIntyre e Hawkins 3), Bologna 18 (Collins e Moss 4).

Daniele Ciprari