Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica

Bertolaso: i terremotati fanno campagna elettorale

CONDIVIDI

Trascorsi i primi giorni di smarrimento è sempre più evidente come Bertolaso abbia deciso di reagire alle inchieste dei magistrati che rischiano di sommergerlo con lo scandalo del “sistema gelatinoso”; prendendo a prestito una delle armi preferite del suo amico e mentore Silvio Berlusconi, il capo della Protezione Civile, nel corso della sua visita in Calabria, ha commentato polemicamente la protesta dei terremotati aquilani che domenica hanno invaso il centro storico per appendere mille simboliche chiavi.

“Pensare – ha detto – che io mi possa vendere per 10mila euro fa sorridere qualsiasi italiano. […] (La protesta dell’Aquila) è un pò singolare, forse perché siamo in campagna elettorale“.
Anche lui vittima, quindi, di un oscuro complotto guidato dai magistrati e da coloro che vogliono danneggiare la parte politica cui fa riferimento.
Manca che dia la colpa anche ai giornali comunisti e la “berlusconizzazione” sarebbe completa.

Gli aquilani, intanto, dopo aver aperto domenica una breccia nel “muro di gomma” che avrebbe dovuto tenerli lontani dal loro centro storico, continuano a compiere brevi pellegrinaggi in città per lasciare messaggi di protesta. “Vendesi – recita una scritta rossa su fondo bianco – città fantasma. Ottimo set cinematografico“.
Oggi pomeriggio, alle 18, i comitati hanno tenuto un’assemblea cittadina a Piazza Duomo per pianificare le prossime azioni già fissate per il prossimo 28 febbraio. Domenica, infatti, migliaia di cittadini parteciperanno alla manifestazione “Libero L’Aquila”, a partire dalle 10.

“E’ passato quasi un anno, – si legge nel comunicato che indice la protesta – ma in centro sembra passato solo un giorno. E’ passato quasi un anno, nei centri storici abbandonati si odono le grida di sciacalli gelatinosi. E’ passato quasi un anno, le macerie stanno sempre là”.
“Se non le tolgono quelli che le dovrebbero togliere – conclude il volantino – allora le tolgo io. Supererò tutte le barriere“.

Mattia Nesti