Home Sport Calcio, clamoroso Spinelli: “Lotteremo qualche altra giornata, poi ritiro la squadra”

Calcio, clamoroso Spinelli: “Lotteremo qualche altra giornata, poi ritiro la squadra”

Il Festival di Sanremo è appena terminato, ma in Italia non si fa altro che parlare di…arbitri. Come sempre, più che mai. In questo periodo però complice il clamoroso svarione di Ovrebo, il match infuocato Inter-Fiorentina diretto da Tagliavento e le varie polemiche scatenate da Mazzarri e Mourinho non hanno fatto altro che aumentare il polverone.

A gettare benzina sul fuoco stavolta c’ha pensato il presidente del Livorno, Aldo Spinelli, letteralmente imbestialito dopo la partita giocata a Firenze a causa dell’arbitraggio di Celi, reo secondo il presidente toscano di essere la causa principale della sconfitta della sua squadra. Le dichiarazioni lasciate al sito Calciomercato.it sono abbastanza pesanti e dure nei confronti del designatore Collina: “Stare zitti è impossibile, non si possono subire questi torti e non parlare. Cosa fare? Si deve rivedere tutto il settore arbitrale, Collina se ne deve andare. Forse con queste parole mi condanno, ma non posso stare in silenzio. Ci siamo scandalizzati per quello che hanno fatto alla Fiorentina in occasione in occasione della gara con il Bayern Monaco. Voglio ricordare che l’anno in cui siamo stati retrocessi abbiamo subito 19 torti: ci hanno dato un rigore contro che era fuori area di 2 metri e mezzo. L’arbitro chi era? Rosetti e il guardalinee un internazionionale. Ho detto tutto”.

Il presidente amaranto poi torna sul match: “Quanto visto ieri è disarmante. Non vedere certe cose è colpa dell’arbitro, ma fare gestacci e mandare a quel paese l’arbitro è colpa nostra. Lasciare la squadra in dieci è stato un errore gravissimo, abbiamo offerto il fianco per farci dare poi il pugno. Se fossimo arrivati in undici alla fine, forse ora ci sarebbe un altro risultato da commentare. Nel dopo partita ho strigliato Vargas perchè non doveva rispondere all’arbitro. Ieri sera ho visto la tv-continua-stamane ho letto i giornali: c’era un rigore per noi, un rigore che non si può non vedere, Donadel poi andava espulso, Vargas ha fatto fallo su Moro. Loro dovevano restare in dieci per quanto hanno fatto”.

Spinelli poi clamorosamente dichiara: “Le piccole squadre sono massacrate dagli arbitri. Che dobbiamo fare? Lotteremo qualche altra giornata, poi ritiro la squadra, che continuiamo a fare?”

Dichiarazioni sicuramente molto forti, che si vanno ad aggiungere al gesto delle manette di Mourinho e si accodano ad una serie di atteggiamenti che vanno sempre più ad alimentare le polemiche che piovono costantemente sulla classe arbitrale. Intanto si sente profumo di deferimento per il presidente livornese…

Antonio Pellegrino