Home Sport Calcio, Eto’o su Inter-Chelsea: “Con le inglesi ho degli ottimi precedenti”

Calcio, Eto’o su Inter-Chelsea: “Con le inglesi ho degli ottimi precedenti”

Il clima pre partita in via Durini non è sicuramente dei migliori, ma la sfida di Champions League contro il Chelsea di Carlo Ancelotti esula da tutte le polemiche che avvolgono i nerazzurri in campionato. L’Inter arriva a questa sfida importantissima per la sua stagione in un momento a dir poco nervoso e con la consapevolezza di non avere nella prossima giornata di campionato oltre al tecnico Mourinho, anche i vari squalificati Samuel, Cordoba, Cambiasso e Muntari.

A dare la carica in vista di questo match fondamentale, ci pensa Samuel Eto’o, che ai microfoni di Sky Sport ha dichiarato: “Il mio curriculum contro le squadre inglesi è molto buono, soprattutto alla luce di quanto è accaduto nella scorsa stagione(ha battuto con il Barcellona di Guardiola il Chelsea in semifinale e il Manchester nella finale di Roma). Ora ho voglia di concedere il bis con Ancelotti”.

Poi un pensiero anche per Mourinho, ex di turno: “Lui lo ha allenato in passato e ci ha rivelato qualche segreto per mettere in difficoltà la loro retroguardia. Josè è molto rilassato anche se è naturale la sua voglia di dimostrarsi il migliore. Penso che la partita contro il Chelsea sarà molto tattica e che saranno necessari tutti i 180 minuti per decidere chi andrà avanti. Sarà fondamentale preparare con calma e al meglio la partita e impostarla nel modo giusto. Essere ansiosi non ci aiuterà, in questo momento dobbiamo solo dimostrarci forti”.

Et0’o conosce molto bene la la Champions League avendola vinta per ben due volte con il Barcellona: la prima nella stagione 2005-2006 dove nella finale contro l’Arsenal prima pareggiò il vantaggio dei gunners di Campbell e poi a fine partita fu nominato “man of the match” per la grandissima prestazione sfoderata; poi l’anno scorso concesse il bis con il Manchester United realizzando di nuovo il primo gol per la squadra blaugrana. Una garanzia quindi per Moratti in campo europeo.

Antonio Pellegrino