Crisi, Fmi: l’economia deve restare stimolata

Roma, 23 febraio. La famigerata crisi ha portato il debito di molti Paesi oltre il nostro a livelli sempre più alti, ed ormai preoccupanti. Occorre ovviamente ridurlo, ma non si possono rimuovere gli stimoli alla circolazione finanziaria così importante per evitare il recesso dell’economia.

E’ quanto è emerso da una ricerca il Fondo monetario internazionale, secondo cui la riduzione del debito comporta anche la necessaria attuazione di riforme strutturali, comprese quelle di pensioni e sanità, e una combinazione graduale ed a lungo termine di aumenti delle tasse che vanno abbinati ai tagli della spesa.

Questa la tattica studiata e proposta dal Fondo monetario internazionale.

S. K.

Notizie Correlate

Commenta