Frecciarossa: presto il wifi a bordo

Grandi novità per tutti i pendolari che quotidianamente usano il treno per i loro spostamenti. Infatti verrà offerto loro un nuovo, allettante servizio che partirà a dicembre sui treni Frecciarossa e Freccia d’argento. Le Ferrovie Dello Stato, metteranno a disposizione per i passeggeri, un accesso internet a banda larga con connessione Wi-fi a seguito. Queste le novità, dopo un accordo firmato tra Franco Bernabè di Telecom Italia e  il delegato delle Ferrovie dello Stato Mauro Moretti. Tale servizio prevede la copertura di rete per 900 km, lungo la tratta ad alta velocità da Torino a Napoli. “Abbiamo dovuto risolvere problemi infrastrutturali importanti  soprattutto per i tempi che ci sono stati richiesti: per la fine dell’anno l’utilizzo di internet sul treno sarà possibile su tutto il percorso dell’alta velocità”, spiega Bernabè.

L’accordo prevede la realizzazione di una struttura radiomobile, e i treni entro l’anno, per metà, ed entro l’estate 2011 per i restanti mezzi, saranno dotati anche di un server di bordo; questo  permetterà ai passeggeri di accedere a un portale del treno, creando una vera “Community on Train”: i viaggiatori incalliti, in treno per lavoro o per altro, avranno costantemente a disposizione le news dei principali giornali online, programmi televisivi, film, musica e video, meteo, informazioni sul traffico, giochi, prenotazione di taxi, noleggio auto e moltissimo altro ancora. Telecom Italia per questo progetto ha investito una ventina di milioni di euro, e lo stesso Bernabè spiega: “È un investimento  che valutiamo con il metro normale della redditività. Gli italiani viaggiano di più in treno e usano di più collegarsi ad internet in mobilità: abbiamo una crescita del traffico dati superiore al 50% annuo e di questa crescita vogliamo essere protagonisti anche perché abbiamo la leadership di mercato e grazie alle coperture gps, edge e umts i nostri clienti non sono mai ’scopertì in mobilità”.

Ovviamente, s’incominciano anche a fare giuste osservazioni in merito, infatti, la stragrande maggioranza dei pendolari italiani usa il treno, ogni giorno, per tratte decisamente più brevi, e al loro interno probabilmente non troveranno nessuna connessione Wi-fi.

V.G.