Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca Il magistrato Toro corrotto per trovare lavoro al figlio

Il magistrato Toro corrotto per trovare lavoro al figlio

Perugia, 23 febbraio. Continuano ad indagare i pm del tribunale di Perugia Federico Centrone, Alessia Tavarnesi e Sergio Sottani, in merito alla vicenda sugli appalti del G8 che ha coinvolto numerosi personaggi politici, (compreso il presidente della Protezione Civile Guido Bertolaso). A Perugia, nel caso specifico, si indaga sulla tranche dell’inchiesta che riguarda il magistrato del tribunale di Roma Achille Toro, ora dimessosi dall’inizio del suo coinvolgimento nella maxi inchiesta giudiziaria in corso.

Toro, secondo le imputazioni  avrebbe fornito indicazioni sull’inchiesta sui Grandi Eventi in favore degli indagati o di chi stava per essere inquisito, in cambio di una compromesso di questi tempi particolarmente utile: un contratto di lavoro a tempo indeterminato per suo figlio. La ricostruzione è stata fatta dalla Procura di Perugia, mentre, fin quando gli atti erano all’esame della procura di Roma e di quella di Firenze, questi risvolti marchingegnosi non erano venuti alla luce. Non ha potuto esser continuata in effetti in capitale la requisitoria che riguarda toro, avendo il magistrato fatto parte proprio del trobunale di Roma fino al momento in cui è stato inquisito.

Ora imputato di corruzione, oltre che delle precedenti accuse di favoreggiamento e divulgazione di segreto d’ufficio. Questa tentata “operazione” di sistemazione famigliare risulta dalle trascrizioni agli atti di alcune intercettazioni telefoniche del 1° febbraio scorso. Ci sarebbe inoltre  la prova di un contratto già proposto e controfirmato da Camillo Toro, inquisito anch’egli insieme al padre.

In particolare, ad incastrare gli inquisiti sono state le telefonate intercorse dalla fine del 2009 fra Achille Toro, il figlio Camillo, e l’imprenditore Azzopardi che ha più volte insistito telefonicamente sia con il figlio che con il padre per avere delle informazioni prese “lì dall’altra parte”, ossia in procura, in cambio del suo “regalo di Natale”, per il quale è stato esplicitamente ringraziato da Achille Toro durante le conversazioni augurali dello scorso anno.

S. K.

Comments are closed.