Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

l’Italia perde il mandato Ue in Afghanistan: Arlacchi spaventato

CONDIVIDI

Roma, 23 febbraio. “Con la nomina dell’ex ministro degli esteri della Lituania al posto dell’ambasciatore Sequi come inviato speciale dell’Unione Europea in Afghanistan, si è chiuso il cerchio. L’Italia è passata dalla sotto-rappresentazione all’esclusione completa dagli incarichi internazionali di maggiore rilievo”, afferma in una sua nota l’europarlamentare dell’Italia dei Valori, ed ex-vicesegretario generale dell’Onu Pino Arlacchi, noto sociologo e politologo, a suo tempo titolare di cattedre in importanti atenei italiani, e considerato attualmente sia in ambito accademico che politico uno dei massimi esperti dell’osservazione dei rapporti internazionali.

“È una situazione – continua Arlacchi nella nota dagli accenti a dir poco allarmistici – senza precedenti. Mai in 65 anni, dalla fine della seconda guerra mondiale in poi, l’Italia si è trovata in una posizione così umiliante. L’unica carica di alto livello ricoperta da un italiano che non sia una testa di legno di altri Paesi o che non ci spetti di diritto è oggi la direzione dell’Unrwa, l’agenzia Onu di assistenza dei palestinesi. Ma è un incarico che nessuno voleva, e Mario Draghi non ha alcuna seria chance di andare alla testa della Banca Centrale Europea”.

La perdita del mandato Ue, lo ricordiamo, avviene in questi giorni ad un mese da quella precedente, riguardante la revoca per l’Italia del posto di rappresentante civile della Nato in Afghanistan, incarico detenuto dal diplomatico Fernando Gentilini.

Sandra Korshenrich