Home Cultura

Ora in classe le poesie si cantano: pronta una compilation

CONDIVIDI
Nella foto Alda Merini

Ora in classe le poesie si canteranno; probabilmente gli studenti riusciranno finalmente a memorizzare i versi dei poeti più famosi. L’esperimento era stato già tentato, non con questa finalità, da Fiorello ed effettivamente aveva sortito proprio questo effetto.
La compilation in uscita, dal titolo «Musica e Parole. 10 in Poesia», è una raccolta di dieci famosissime poesie cantate su melodie inedite. Il progetto è stato patrocinato dal Ministero dell’Istruzione; il cofanetto, oltre al cd, conterrà un libretto con i testi più le tracce senza parole per potersi esercitare proprio come con il karaoke (e qui torna ancora Fiorello).

La distribuzione comincerà il prossimo settembre nelle scuole medie di queste regioni: Piemonte, Lombardia, Lazio, Abruzzo, Puglia e Sicilia, entrando a far parte del programma di studi.
Ed ecco la track list:  Pianto antico di Giosuè Carducci (interpretati dall’attore Danilo Brugia e Idaelena), X agosto di Giovanni Pascoli (cantata da Antonino, ex concorrente di Amici), I pastori di Gabriele D’Annunzio (tenore Piero Mazzocchetti), L’infinito di Giacomo Leopardi (con Rossana Casale), Meriggiare pallido e assorto di Eugenio Montale (Mario Venuti), Uomo del mio tempo di Salvatore Quasimodo (Mario Lavezzi), Città vecchia di Umberto Saba (Dennis Fantina, star di Saranno Famosi e Notti sul Ghiaccio), Gabbiani di Vincenzo Cardarelli (Ivana Spagna), La madre di Giuseppe Ungaretti (Iva Zanicchi) e A Zacinto di Ugo Foscolo (Elisa Rossi da X factor e Giuseppe Zeno della fiction «L’onore e il Rispetto»).

Seppur indirettamente, nell’iniziativa vi è anche la mano del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Le musiche sono state composte da Loriana Lana, diventata famosa per essere proprio la paroliera ufficiale del Premier.
Alfredo Orofino è stato invece il principale promotore del progetto e spiega: “Il ministero ci ha dato un contributo di 60 mila euro, al resto penseranno gli sponsor”. Anche Iva Zanicchi è coinvolta nell’iniziativa: “Ho scelto io il brano di Ungaretti, l’ho conosciuto, ci siamo frequentati, ed è rimasto nel mio cuore. Leggerlo mi commuove sempre profondamente, dopo mi sento più serena. Spero che il cd piaccia anche ai ragazzi, ormai a scuola le poesie non si studiano più”.

Valeria Panzeri