Home Lifestyle Salute Vietate le protesi al silicone alle minorenni

Vietate le protesi al silicone alle minorenni

Tutte quelle ragazzine disposte a sottoporsi ad un intervento estetico per ingrandire le dimensioni del proprio seno, non potranno più farlo. Quantomeno, dovranno aspettare di compiere i 18 anni.

Il Ddl che vieta interventi di Chirurgia plastica non è ancora stato approvato dal Consiglio dei Ministri, ma, se dovesse passare, sarà vagliato dalle Camere. In tal caso, l’Italia sarà il primo Stato europeo ad avere un registro degli impianti delle protesi mammarie e a vietare interventi a fini estetici alle minorenni.

A volere il decereto è stato il sottosegretario alla Salute, Francesca Martini, la quale ha spiegato durante una conferenza stampa, al termine del Consiglio dei Ministri, l’importanza del Ddl per la salute delle donne. Con quste parole ha mostrato la connessione fra protesi mammarie e eventuali tumori al seno: “L’opacità della protesi comporta problemi nello screening contro il tumore al seno, e le protesi hanno una durata media di circa 10 anni. In questo modo una donna che sceglie di operarsi da giovane rischia di sottoporsi nell’arco della propria vita a numerosi altri interventi”.
Martini ha affermato che le donne scelgono di sottoporti all’intervento “nel 20% dei casi a seguito di patologie neoplastiche e nell’80% a fini estetici. Ma spesso alle giovani che si sottopongono a questo tipo di intervento non vengono spiegate le complicanze che si potrebbero verificare”.
Ancora non sono previste sanzioni per chi non rispetterà il decreto; Martini, tuttavia, ha detto che sarà avviato con l’Ordine dei medici un confronto per stabilire gli interventi del caso nei confronti di chi non rispetterà le norme.

D’accordo con il Ddl è il primario di Chirurgia plastica all’ospedale San Filippo Neri di Roma, Maurizio Valeriani, che ha posto l’accento sul fatto che un intervento di chirurgia plastica non è affatto una passeggiata: “Si tratta pur sempre di un intervento chirurgico e non di un taglio di capelli: può dare complicanze anche se eseguito da una mano esperta. Nel caso delle protesi per ingrandire il seno, per esempio, possono esserci delle intolleranze. I vantaggi e gli svantaggi di questo intervento devono essere ben chiari alla paziente. E possono essere meglio comprese da un adulto che, avendo un po’ di esperienza di vita, sa anche accettare i disagi e bilanciarli con i vantaggi”.

Angela Liuzzi