Home Cultura Alice in Wonderland è bloccata…

Alice in Wonderland è bloccata…

La Odeon boicotterà il film “Alice in Wonderland” di Tim Burton nel Regno Unito, in Irlanda e in Italia, per protestare contro la riduzione dei tempi di commercializzazione del dvd dopo l’uscita in sala. 
 Anticipare l’uscita del dvd in 3d a dispetto delle 17 settimane canoniche che tutti i film aspettano può essere un danno per tutte le sale che proiettano il film. L’ annuncio da parte degli studios americani di  mettere in circolo soltanto dopo tre mesi ilfilm di Burton sarebbe deleterio: Odeon e la sua casa madre Uci “hanno investito somme di denaro considerevoli, in particolare nel Regno Unito, nel corso degli ultimi dodici mesi per installare sistemi di proiezione digitali nei cinema per permettere agli spettatori di apprezzare la tridimensionalità“, ha indicato la catena in un comunicato.
“La popolarità delle pellicole in 3D ha fatto in modo che l’anno scorso questi film siano stati proiettati nei cinema Odeon/UCI per una media di 18 settimane dopo la loro uscita in sala”. Effettivamente la Odeon  possiede più di un centinaio di cinema soltanto nel Regno Unito e al momento “non prevede di proiettare la pellicola ‘Alice nel paese delle meraviglie’ nei suoi cinema britannici, irlandesi e italiani”, il network Odeon ha aggiunto che “L’ alice”, realizzato da Tim Burton, sarà tuttavia proiettato nei cinema in Spagna, in Germania, in Portogallo e in Austria “dove la Disney ha indicato che aveva l’intenzione di rispettare il normale calendario di commercializzazione del dvd”. Disney ritiene piu’ opportuno uscire prima in home video piuttosto che essere vittima della pirateria. Una trattativa tra Odeon & Uci Cinemas e la Disney sarebbe in corso a Londra per arrivare ad una soluzione del caso. Intanto, la prima mondiale, alla presenza del principe Carlo e di sua moglie Camilla, è prevista a Londra il 25 febbraio nel cinema Odeon di Leicester Square (centro di Londra). Ci sarà da attendere.

Ilaria Salzano