Home Sport

Calcio, Juventus-Buffon salta l’Ajax: un mese di stop

CONDIVIDI

Proprio adesso che stava mettendo la testa fuori dal guscio e cominciava a vedere la luce in fondo al tunnell, la Juventus subisce un altro colpo mortale. Gianluigi Buffon rischia un mese di stop. Il portiere durante l’allenamento di ieri è stato costretto a fermarsi per un risentimento agli adduttori della coscia destra e oggi s’è sottoposto ad accertamenti. Gli esami a cui s’è ottoposto (ecografia e risonanza) hanno confermato una distrazione di primo-secondo grado del muscolo lungo adduttore della coscia destra. E dunque per riprendersi completamente dovrà stare fermo trenta giorni. Un duro colpo per la formazione di Alberto Zaccheroni visto che il numero uno bianconero e della Nazionale è fondamentale nell’economia della squadra, che senza di lui perde sicurezza. Nulla da rimproverare ad Alex Manninger, anzi. Quando è stato impiegato l’austriaco non ha mai fatto rimpiangere il titolare. Ma Buffon è Buffon, sebbene negli ultimi tempi si sia dimostrato persino umano prendendo qualche gol non proprio nelle sue corde. Ma ciò non toglie che un portiere come lui vale tantissimi punti nell’arco di una stagione e domani sera, in una partita fodamentale come quella contro l‘Ajax, una gara da dentro o fuori, la sua assenza peserà come un macigno. Anche il morale del portiere stesso non sarà alle stelle. Dopo i problemi alla schiena che lo hanno tormentato per tutta la scorsa stagione, Gianluigi, a fine dicembre, ha già dovuto restare fermo ai box per quaranta giorni dopo l’operazione al menisco esterno del ginocchio sinistro. E ora quest’altra tegola in una stagione non proprio fortunatissima. Meno male che Trezeguet e Camoranesi sono tornati a disposizione. L’italo-argentino, in particolar modo, contro i lanceri ha la possibilità di giocare sin dal primo minuto. L’attaccante fgranco-argentino, invece, entrerà quasi sicuramente a partita in corso. Anche Fabio Grosso non figura nell’elenco dei convocati per un lieve affaticamento muscolare, in attesa del reintegro di Caceres, Giovinco e i lungodegenti Iaquinta e Poulsen. L’infortunio di Buffon (il 46° per i bianconeri da inzio stagione) è arrivato come un fulmine a ciel sereno: proprio adesso che la stagione entrava nel vivo e l’infermeria si stava praticamente svuotando. C’est la vie! 

Andrea Bonino