Home Spettacolo Gossip

La scalata del successo di Valerio Scanu: dalla bocciatura di “X factor”, all’amicizia con Noemi, alla vittoria a Sanremo 2010

CONDIVIDI

Sulle pagine di “Chi”, troviamo una intima intervista a Valerio Scanu, vincitore della 60esima edizione del Festival di Sanremo.

Tra una pizza margherita e una tagliata di manzo, si racconta direttamente al ristorante, prima della vittoria, sulle pagine del settimanale. Appena diciannovenne, ma con un talento ben definito, fu scoperto da giovanissimo dal maestro Beppe Vessicchio. Alle prese con il suo inseparabile telefonino, ci tiene anche ad aggiornare costantemente la sua pagina Facebook, dichiarando all’intervistatore che: “Il mio fans club era l’unico presente a Sanremo, lo scriva, per favore”.

Racconta di avere fans di ogni età, dalle bambine alle donne sessantenni, e quando il giornalista domanda “Ha duettato con Alessandra Amoroso: le piacerebbe una donna così?” lui risponde “Perché no?”. Racconta anche dell’amicizia nata con Noemi esclamando: “Lei è carina e io non sono antipatico come dicono. Siamo rimasti a parlare fino alle tre di notte nella sua stanza”.

E riguardo “X factor”, parla del provino andato male: “Avevo fatto il provino il primo anno e Mara Maionchi, fra me e Tony Maiello, alla fine ha scelto lui”. Mara Maionchi spiega il perché del suo rifiuto: “Per una politica precisa: Valerio era minorenne e non si era ancora diplomato. Gli avevo detto di tornare più avanti. Invece è andato ad “Amici””. A questo punto, dopo aver parlato di “X factor”, la domanda su cosa pensa di Morgan viene da sé, e Valerio risponde: “Come artista non è il mio genere, ma ha grande cultura musicale”.

Riguardo Sanremo, non poteva mancare la domanda sul trio: “Che cosa pensa della canzone di Pupo e del principe?” gli viene domandato, e Valerio diplomatico afferma: “Loro vanno sul palco: se si beccano i fischi, non mi interessa”.  Tra le ultime domande dell’intevista gli viene chiesto qual è stata la canzone che gli è piaciuta di più: “La mia”, risponde. Per poi confidare al giornalista, che tra le varie cose che porterà a casa da Sanremo, c’è anche la bacchetta di Beppe Vessicchio, regalata dal maestro con il cuore, avendo già portato fortuna a molti prima di lui.

V.G.

Comments are closed.