Comune e Ospedale San Gallicano insieme contro le malattie della povertà

“Sono rimasto impressionato da quello che ho visto qui al San Gallicano – ha dichiarato il sindaco di Roma Gianni Alemanno in visita ieri all’Ospedale di Roma –. Questa realtà dovrebbe essere più conosciuta in città, per questo collaboreremo”.

La struttura del San Gallicano è storica a Roma, fondata nel 1725 per prestare assistenza medica ai pellegrini che arrivavano in città, oggi eccelle nella dermatologia, e si occupa principalmente di malattie legate alla povertà come l’AIDS, la tubercolosi, e la malaria.

Da anni l’Ospedale ove ha sede l’ Istituto nazionale per la promozione della salute delle popolazioni migranti e il contrasto delle malattie della povertà (Inmp), svolge un importante servizio sanitario per gli stranieri che vivono a Roma.

Nasce ora una cooperazione tra il Comune di Roma e l’ospedale San Gallicano, per combattere il disagio sociale ed i problemi sulla salute causati dalla povertà.

Inoltre il sindaco ha annunciato che un rappresentante della struttura ospedaliera farà parte della consulta del Comune sull’immigrazione, per ampliare le conoscenze circa questa realtà e ricevere i giusti suggerimenti per la realizzazione di nuovi progetti.

“È qui che si vede la dignità e il valore di una città come Roma – ha aggiunto Alemanno –, che non deve chiudere gli occhi, ma deve affrontare i problemi”.

L’Ospedale San Gallicano ha anche ricevuto dal primo cittadino una medaglia d’oro del Comune.

Il direttore generale della struttura ospedaliera, Aldo Morrone, interviene dicendo che “c’è una situazione di povertà crescente, che stiamo affrontando anche con il Comune di Roma, per aiutare le persone, immigrate e non, in situazione di disagio economico”.

Il Sindaco afferma che “in grandi città come Roma, i flussi migratori e l’interculturalità pongono sfide diverse al nostro Servizio sanitario nazionale” e continua dicendo che bisogna  “dare risposte a tutti, indistintamente», ha aggiunto infine che «è necessario per noi avere punti di riferimento come l’ospedale San Gallicano», per usufruire di «consigli e consulenze sulle politiche dell’immigrazione e dell’integrazione».

g.