Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Agghiacciante: Orca uccide la sua addestratrice durante uno spettacolo: tragedia dell’avidità

CONDIVIDI
L'addestratrice deceduta

E’ accaduto ad Orlando, presso il Seaworld:  parco di divertimenti da circa sei milioni di visitatori l’anno; il settimo in ordine di importanza negli Stati Uniti nonché il dodicesimo nel mondo.

Una dell principali attrazioni del sito è sicuramente lo spettacolo offerto dalle orche “ammaestrate”.
Per dovere di cronaca informiamo che, da quando il parco in questione è stato aperto, ovvero negli anni Settanta, si sono verificati circa una ventina di “sinistri” macabri riguardanti le orche.

L’ultimo ha coinvolto l’esperta addestratrice, Dawn Brancheau, 40 anni di cui sedici di esperienza con i cetacei in questione. La donna si stava apprestando a dare il via ad uno dei soliti spettacoli mirati ad intrattenere il pubblico quando il gigantesco animale le si è rivoltato contro serrandole la vita fra le poderose fauci l’ha trascinata in fondo alla vasca procurandole la morte per annegamento. L’orribile evento si è consumato sotto gli occhi inorriditi di un nutrito gruppo di persone.

Ecco il racconto di una testimone: Victoria Biniak “La donna aveva appena finito di spiegare ad un gruppo di persone, poco prima dell’inizio di uno spettacolo, come sarebbe stato. L’orca è balzata fuori dall’acqua e l’ha afferrata alla vita. È stato violentissimo. L’orca si è lanciata in aria, poi si è girata, ha afferrato l’addestratrice per la vita e ha cominciato a scuoterlaasserisce la testimoneuna delle sue scarpe è volata in aria.

Dan Brown, il presidente del parco, ha asserito che l’ addestratrice uccisa «era una delle più esperte» del centro.

Frattanto la polizia ha aperto un’indagine per chiarire tutte le circostanze dell’incidente procedendo alla parziale chiusura di Seaworld.

Quella che i media hanno ribattezzato, con ben poca fantasia nonché etica, come Orca assassina, è un maschio di 30 anni di nome Tillikum. Il cetaceo in questione è già stato protagonista di due incidenti di questo tipo: nel 1991, ha condotto, sempre per annegamento, alla morte il proprio addestratore. Nel 1998, invece, un clochard aveva scavalcato durante la notte il bordo della vasca di Tillikum: nessun testimone sa cosa sia successo in quanto il “ritrovamento” del corpo senza vita del senzatetto è avvenuto soltanto la mattina successiva. Il cadavere, completamente nudo, troneggiava sulla schiena dell’orca.

Al momento soltanto in Ohio, nel 2001 è stata presa la decisione di chiudere un parco acquatico in seguito a fatti similari che hanno coinvolto il personale dello stabilimento. Mentre il Sea World di San Diego e quello di Sant’Antonio in Texas, nonostante abbiano pagato anch’essi il proprio tributo di sangue, sono a tutt’oggi aperti e funzionanti.

Alla luce dei fatti esposti, più che figlie dell’ Orca assassina, queste morti assurde sono attribuibili all’ingordigia killer nonché all’ignoranza.

Valeria Panzeri

Comments are closed.